Luca Rizzo Nervo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Luca Rizzo Nervo (Bologna, 10 gennaio 1978) è un politico italiano.

Luca Rizzo Nervo
Luca Rizzo Nervo.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Circoscrizione Emilia Romagna
Sito istituzionale

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Capo di Gabinetto della Presidente della Provincia di Bologna dal giugno 2004 al 2007.

Iscritto al partito democratico sin dalla sua nascita. Nel 2009 comincia il suo impegno amministrativo e viene eletto consigliere comunale a Bologna nelle liste del PD.

Dal 2011 al 2016 è stato assessore alla sanità, all’innovazione sociale, allo sport, alla cittadinanza attiva e ai quartieri del Comune di Bologna.

Durante quegli anni sotto la sua responsabilità si realizza fra le altre cose la riforma del decentramento e dei quartieri cittadini di Bologna e il “Regolamento per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani", il primo in Italia, che ha prodotto oltre mille patti di collaborazione fra cittadini per la cura della citta’ ed è stato mutuato da oltre 100 altri Comuni italiani. Si realizza inoltre sotto la sua responsabilità assessorile il primo piano comunale in Italia per l’eliminazione dell’amianto.

In questi anni e fino al settembre 2017 è presidente della Conferenza metropolitana sociale e sanitaria di Bologna, l’organismo politico metropolitano di indirizzo delle politiche sociali e sanitarie.

Nel 2016 viene candidato e rieletto in consiglio comunale a Bologna nella lista del PD, in seguito alla elezione viene confermato assessore alla sanità, welfare, innovazione sociale e solidale, politiche per la innovazione sociale e solidale, politiche per la famiglia, rapporti con il consiglio comunale da cui si dimette per concorrere alla carica di segretario provinciale del PD nel settembre 2017.

Durante questa seconda esperienza di assessore realizza la riforma dei servizi sociali di Bologna e un progetto metropolitano SPRAR per l'accoglienza diffusa dei migranti, il più grande in Italia per dimensioni.

Nel 2013, per un biennio, viene eletto dai colleghi assessori, coordinatore welfare per l’Emilia-Romagna dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI)

Dal 2015 al 2017 é stato membro della commissione nazionale immigrazione dell’ANCI.

Nel 2017, viene eletto vice presidente nazionale della Rete Città Sane, la rete italiana delle città per la salute dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 viene eletto alla Camera dei deputati nella lista del PD.

È membro della XII Commissione Affari sociali].

È componente dell'Assemblea nazionale del Partito democratico.