Liceo classico statale Dante Alighieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Liceo classico statale Dante Alighieri
Dante alighieri liceo.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
Indirizzovia Ennio Quirino Visconti 13
Organizzazione
Tipoliceo classico
Ordinamentopubblico
Fondazione1938
PresideMaria Urso
Studenti802
Dati generali
Testata'Segnali di Fumo'
Sito web

Il liceo classico statale Dante Alighieri è un liceo classico di Roma fondato nel 1938. Si trova nel rione Prati, in via Ennio Quirino Visconti 13, ed è intitolato al poeta Dante Alighieri.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il liceo classico Dante Alighieri è uno dei licei storici di Roma. Venne istituito nel 1938 in un palazzo di epoca umbertina del rione Prati, in via Ennio Quirino Visconti 13[2]. La scuola è antistante Piazza della Libertà, nei pressi dell'appartamento dove nel 1943 fu fondato il primo Comitato di Liberazione Nazionale alla presenza di Ivanoe Bonomi, Alcide De Gasperi, Pietro Nenni, Giovanni Amendola, Ugo La Malfa, Meuccio Ruini, Alessandro Casati. Il Dante Alighieri fu altresì protagonista di un noto episodio della Resistenza romana, quando nel febbraio 1944 fu proclamato uno sciopero di studenti e professori contro l'occupazione tedesca e lo studente Massimo Gizzio rimase ucciso negli scontri che seguirono.[3]

Amministrativamente la scuola fino al 2012 ricadeva nel territorio del XVII Municipio, poi accorpato con il Municipio Roma I. Dal punto di vista dell'insediamento territoriale, l'Istituto appartiene al rione Prati. Nei laboratori di fisica e scienze naturali della scuola, è presente una collezione di strumenti scientifici e campionari biologici della prima e della seconda metà del XX secolo.

Offerta Formativa[modifica | modifica wikitesto]

Il liceo offre tre indirizzi: liceo classico tradizionale, integrazione di matematica, integrazione lingue straniere. La lingua inglese è studiata nell'intero ciclo di studi ed è comune a tutti gli indirizzi. La scuola offre inoltre attività extrascolastiche e sportive e pubblica il giornale studentesco "Segnali di Fumo".

Presidi[modifica | modifica wikitesto]

Dall'anno di fondazione ad oggi si sono succeduti i seguenti capi d'istituto: Franco Landogna, Paolo Acrosso, Michele Gallinaro, Francesco Ragni, Raffaele Del Re, Michele Di Pierno, Marina Albanese Ruffo, Giovanni Zampone, Carlo Mari e Maria Urso.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi siamo | Liceo Dante Alighieri, su www.liceodantealighieri.it. URL consultato il 2 marzo 2016.
  2. ^ Cfr. il Regio Decreto del 30 settembre 1938: Istituzione in Roma di un Regio Liceo-Ginnasio ed approvazione del relativo organico (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 4 agosto 1939, n. 181, e nel Bollettino Ufficiale del Ministero dell'Educazione Nazionale del 15 agosto 1939, n. 33, p. I, pp. 2668-2669). Il Decreto Ministeriale 5 gennaio 1939: Intitolazione del nuovo Regio Liceo-ginnasio di Roma al nome di "Dante Alighieri" (Bollettino Ufficiale del Ministero dell'Educazione Nazionale del 22 agosto 1939, n. 34, p. I, p. 2779). Il Regio Decreto del 30 luglio 1940, n. 1295: Erezione in ente morale della Cassa Scolastica del Regio Liceo-Ginnasio "Dante Alighieri" di Roma.
  3. ^ La Resistenza della scuola romana (8 settembre '43 - 8 giugno '44) (PDF), su reteparri.it.
  4. ^ Ufficio del Dirigente scolastico | Liceo Dante Alighieri, su www.liceodantealighieri.it. URL consultato il 2 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]