Lettera dominicale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La lettera dominicale è una lettera che indica in quale giorno cade la prima domenica dell'anno e perciò caratterizza la disposizione dei giorni della settimana nel corso dell'anno. Viene utilizzata per identificare la cadenza delle celebrazioni settimanali nel calendario ecclesiastico e anche, assieme all'epatta, nel calcolo della data mobile della Pasqua.

Il ciclo delle lettere dominicali[modifica | modifica wikitesto]

I giorni dell'anno vengono caratterizzati con una delle prime sette lettere dell'alfabeto. Il primo giorno (1 gennaio) di ogni anno è sempre "A", il secondo è "B", ecc. fino al settimo identificato con la lettera "G", per poi ripetersi indefinitamente nel corso dell'anno fino all'ultimo giorno (31 gennaio).

Questo ciclo è stato creato ad imitazione delle lettere nundinali romane, che però adottavano una scansione di otto giorni.

Dato che una sequenza completa di 52 settimane si compie in 364 giorni, l'ultimo giorno (31 gennaio) di un anno ordinario (di 365 giorni, i.e. non bisestile) è caratterizzato con la lettera "A" mentre quello di un anno bisestile (366 giorni) con la lettera "B". Ogni giorno della settimana (in particolare la domenica) è caratterizzato dalla stessa lettera per tutto l'anno, se l'anno è ordinario; ogni anno, però, questa lettera cambia.

La lettera identificativa dell'anno[modifica | modifica wikitesto]

Per indicare la distribuzione dei giorni della settimana nel corso dell'anno viene utilizza la lettera corrispondente alle domeniche, detta appunto "lettera dominicale dell'anno".

Ad esempio un anno ordinario (non bisestile) viene indicato con la lettera A se le domeniche cadono tutte nella posizione A del ciclo settimanale (1 gennaio, 8 gennaio, 15 gennaio ...). Il 2021 (anno non bisestile) ha come lettera identificativa C, dal momento che il 1º gennaio è stato venerdì e la prima domenica è stata il 3 gennaio (terzo giorno dell'anno, identificato appunto dalla lettera C).

Ovviamente è necessario fare una distinzione fra anni ordinari (non-bisestili) e anni bisestili, dal momento che l'interposizione (negli anni bisestili) del giorno intercalare (29 febbraio[1].) altera non tanto la scansione settimanale (che rimane immutata, con una domenica ogni sette giorni), ma le corrispondenze giorno della settimana-giorno del mese a partire dal mese di marzo. Pertanto gli anni bisestili vengono contraddistinti con una denominazione composta da due lettere domenicali. In particolare vale la pena notare che in un anno bisestile nell'intervallo di tempo fra il 1º febbraio ed il 1º marzo intercorrono 29 giorni (in pratica quattro settimane + un giorno) facendo sì che che tutti i giorni a partire dal 1º marzo si trovino sfalsati di una posizione rispetto a quella che avrebbero avuta in un anno ordinario. Dal momento che il giorno intercalare rappresenta, nel contesto del calendario ordinario su cui è riferito il ciclo delle lettere domenicali, una aggiunta spuria (nel calendario romano il giorno bisestile assumeva la lettera novediale del giorno che lo precedeva), la sua intercalazione comporta che le domeniche successive cadano un giorno prima di quel che avverrebbe negli anni ordinari. In pratica, la lettera domenicale della porzione d’anno successiva all'intercalazione (da marzo a dicembre) è quella immediatamente precedente alla lettera valevole a gennaio e febbraio. Questo spiega perché gli anni bisestili sono caratterizzati da una coppia di lettere: AG, BA, CB, DC, ED, FE, GF (in cui la seconda occupa sempre il posto precedente della prima nel ciclo settimanale).

Il 2020 (anno bisestile) ha come lettera identificativa ED, dal momento che il 1º gennaio è stato mercoledì e la prima domenica è stata il 5 gennaio (quinto giorno dell'anno, identificato appunto dalla lettera E), mentre da marzo in poi la lettera D.

Pertanto sono possibili le seguenti 14 lettere identificative dell'anno:

  • A: anno ordinario in cui il 1º gennaio è Domenica
  • B: anno ordinario in cui il 1º gennaio è Sabato
  • C: anno ordinario in cui il 1º gennaio è Venerdì
  • D: anno ordinario in cui il 1º gennaio è Giovedì
  • E: anno ordinario in cui il 1º gennaio è Mercoledì
  • F: anno ordinario in cui il 1º gennaio è Martedì
  • G: anno ordinario in cui il 1º gennaio è Lunedì
  • AG: anno bisestile in cui il 1º gennaio è Domenica
  • BA: anno bisestile in cui il 1º gennaio è Sabato
  • CB: anno bisestile in cui il 1º gennaio è Venerdì
  • DC: anno bisestile in cui il 1º gennaio è Giovedì
  • ED: anno bisestile in cui il 1º gennaio è Mercoledì
  • FE: anno bisestile in cui il 1º gennaio è Martedì
  • GF: anno bisestile in cui il 1º gennaio è Lunedì

Il ciclo delle lettere dominicali[modifica | modifica wikitesto]

Nel calendario giuliano le lettere dominicali si ripetono secondo un ciclo solare di 28 anni, in cui ogni tipo di anno non bisestile si presenta tre volte (una subito dopo un bisestile, una intermedia e la terza subito prima di un bisestile) e ogni tipo di anno bisestile si presenta una sola volta. Lo schema di ripetizione è il seguente: A, G, F, ED, C, B, A, GF, E, D, C, BA, G, F, E, DC, B, A, G, FE, D, C, B, AG, F, E, D, CB.

Nel calendario gregoriano le lettere domenicali si ripetono secondo un ciclo di 400 anni (quattro secoli).

1901–1928 1929–1956 1957–1984 1985–2012 2013–2040 2041–2068 2069–2096 2097–2108 Lettera
dominicale
1901 1929 1957 1985 2013 2041 2069 2097 F
1902 1930 1958 1986 2014 2042 2070 2098 E
1903 1931 1959 1987 2015 2043 2071 2099 D
1904 1932 1960 1988 2016 2044 2072 CB
1905 1933 1961 1989 2017 2045 2073 A
1906 1934 1962 1990 2018 2046 2074 G
1907 1935 1963 1991 2019 2047 2075 F
1908 1936 1964 1992 2020 2048 2076 ED
1909 1937 1965 1993 2021 2049 2077 2100 C
1910 1938 1966 1994 2022 2050 2078 B
1911 1939 1967 1995 2023 2051 2079 A
1912 1940 1968 1996 2024 2052 2080 GF
1913 1941 1969 1997 2025 2053 2081 E
1914 1942 1970 1998 2026 2054 2082 D
1915 1943 1971 1999 2027 2055 2083 C
1916 1944 1972 2000 2028 2056 2084 BA
1917 1945 1973 2001 2029 2057 2085 G
1918 1946 1974 2002 2030 2058 2086 F
1919 1947 1975 2003 2031 2059 2087 E
1920 1948 1976 2004 2032 2060 2088 DC
1921 1949 1977 2005 2033 2061 2089 2101 B
1922 1950 1978 2006 2034 2062 2090 2102 A
1923 1951 1979 2007 2035 2063 2091 2103 G
1924 1952 1980 2008 2036 2064 2092 2104 FE
1925 1953 1981 2009 2037 2065 2093 2105 D
1926 1954 1982 2010 2038 2066 2094 2106 C
1927 1955 1983 2011 2039 2067 2095 2107 B
1928 1956 1984 2012 2040 2068 2096 2108 AG

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ oppure il 24 bis sextus, nel caso si adotti la tradizione antica di inserire il giorno bisestile dopo il 24 febbraio

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Ciclo solare (calendario)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]