Les Parapluies de Cherbourg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Les Parapluies de Cherbourg
Les parapluies de cherbourg.jpg
L'addio di Guy a Geneviève
Titolo originaleLes Parapluies de Cherbourg
Paese di produzioneFrancia
Anno1964
Durata91 min
Generecommedia, musicale
RegiaJacques Demy
SoggettoJacques Demy
SceneggiaturaJacques Demy
FotografiaJean Rabier
MontaggioAnne-Marie Cotret e Monique Teisseire
MusicheMichel Legrand
ScenografiaBernard Evein
Interpreti e personaggi
Premi

Les Parapluies de Cherbourg è un film del 1964 diretto Jacques Demy, vincitore del Grand Prix come miglior film al 17º Festival di Cannes.[1]

Film francese completamente cantato che segna l'affermazione di Catherine Deneuve e in cui compare come coprotagonista l'attore italiano Nino Castelnuovo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Geneviève vive a Cherbourg con la madre vedova che gestisce un negozio di ombrelli. Ama Guy, giovane meccanico. Sul loro rapporto cade l'improvvisa tegola del richiamo alle armi: è in corso infatti la guerra d'Algeria ed è ambientato nel 1957. I due giovani si promettono eterno amore ma, quando Geneviève scopre di essere incinta, Guy è ormai partito per il fronte. Nei primi mesi si scrivono, ma poi Guy non risponde alle lettere di Geneviève, che spinta dalla madre, sposa Roland, un facoltoso rappresentante di gioielli, e si trasferisce a Parigi. Tornando dalla guerra, Guy non trova più la sua amata. La sua disperazione però è alleviata da Madeleine. La storia inizia nel novembre 1957 e termina nel dicembre 1963. È da notare l'uso di colori pastello molto accesi in tutte le scene, spesso coordinando quello delle scene con gli abiti dei personaggi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1964, festival-cannes.fr. URL consultato l'11 giugno 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema