Legazione delle Marche

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Legazione delle Marche
ex delegazione apostolica
II Legazione
Localizzazione
StatoStato Pontificio Stato Pontificio
Amministrazione
Data di istituzione22 novembre 1850 (Riforma amministrativa di Pio IX) da Delegazioni di Ancona, Ascoli, Camerino, Fermo, Macerata e Urbino e Pesaro
Data di soppressione4 novembre 1860 (Annessione al Regno di Sardegna) in Province di Ancona, Ascoli Piceno, Macerata e Pesaro e Urbino
Territorio
Coordinate43°37′N 13°31′E / 43.616667°N 13.516667°E43.616667; 13.516667 (Legazione delle Marche)Coordinate: 43°37′N 13°31′E / 43.616667°N 13.516667°E43.616667; 13.516667 (Legazione delle Marche)
Abitanti922 407 (1859)
Governi6 delegazioni
47 governi + governo del commissario della Santa Casa di Loreto
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Legazione delle Marche – Localizzazione

La Legazione delle Marche[1][2] o II Legazione fu una suddivisione amministrativa dello Stato della Chiesa istituita da Pio IX il 22 novembre 1850.[3] Confinava a nord con la Legazione delle Romagne e San Marino, a est con il Mar Adriatico, a ovest con la Legazione dell'Umbria e il Granducato di Toscana, a sud con il Regno delle Due Sicilie.

Nel 1859 contava 922.407 abitanti.[1] Il territorio della Legazione delle Marche era suddiviso nelle sei storiche delegazioni di Ancona, Ascoli, Camerino, Fermo, Macerata, Urbino e Pesaro, a loro volta ripartite in 47 complessivi governi: 14 ciascuna nelle delegazioni di Macerata e di Urbino e Pesaro, 7 in quella di Ancona, 6 in quella di Fermo, 5 in quella di Ascoli e uno in quella di Camerino. La Legazione includeva anche il governo del commissario della Santa Casa di Loreto.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Facchini; La capitolazione d'Ancona del MDCCCXXXI: notizie e documenti raccolti. Bologna, 1884.
  • Domenico Spadoni, La cospirazione di Macerata del 1817 ossia il primo tentativo patriottico italiano dopo la restaurazione. Macerata, Stab. tip. Mancini, 1895.
  • Domenico Spadoni; Una trama e un tentativo rivoluzionario dello Stato romano nel 1820-21. Roma, Milano, Albrighi, Segati & c., 1910.
  • Antonio Vesi; Rivoluzione di Romagna del 1831: narrazione storica, corredata di tutti i relativi documenti. Firenze, A. Vesi, 1851.
  • Gioacchino Vicini; La rivoluzione dell'anno 1831 nello Stato romano; memorie storiche e documenti editi ed inediti raccolti e pubblicati da Gioacchino Vicini. Imola, Galeati e figlio, 1889.
  • Gioacchino Vicini; Lo stato politico delle quattro legazioni e la sommossa di Forlì nel 1832. N. Zanichelli, 1902.
  • Attilio Vigevano; La campagna delle Marche e dell'Umbria. Roma, Stab. poligrafico, 1923.
  • Antonio Zanolini; La rivoluzione avvenuta nello Stato Romano l'anno 1831: narrazione storica; opera postuma. Successori Monti, 1878.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]