Lasse Braun

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
(EN)

« I believe pornography is at the center of the biggest cultural revolution of our century. »

(IT)

« Credo che la pornografia sia al centro della più grande rivoluzione culturale del nostro secolo. »

(Lasse Braun)
Lasse Braun

Lasse Braun (al secolo Alberto Ferro; Algeri, 1936Roma, 16 febbraio 2015[1][2]) è stato un regista e scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un diplomatico italiano, Lasse Braun - definito "Il re del porno" da riviste e giornali di tutto il mondo - ha esplicato la sua attività particolarmente in Svezia, e lì ha scelto nel 1966 lo pseudonimo che ormai lo identifica. Laureato in giurisprudenza, regista, sceneggiatore e scrittore, dal 1962 al 1977 Lasse Braun si è fatto promotore di battaglie per la legalizzazione della pornografia, impersonando con la sua personalità dionisiaca lo spirito della Rivoluzione Sessuale iniziata negli anni sessanta. La sua strategia si basava inizialmente sulle leggi di mercato: dare al materiale pornografico una popolarità di massa in modo che la legalizzazione diventasse inevitabile.

Nel 1964 si trasferì in Scandinavia per ottenere da uno dei parlamenti europei un atto ufficiale che abolisse la censura sulla rappresentazione della sessualità, cancellando il reato di "oltraggio al pudore" che di fatto impediva la libera espressione della sessualità esplicita. La legalizzazione avvenne nel giugno 1969 in Danimarca, prima nazione al mondo. Più tardi, nel 1973, anche gli Stati Uniti accolsero il cambiamento in atto, e la American Commission in Obscenity and Pornography, supportata da studi di educatori, rappresentanti del clero, psichiatri e giudici, dichiarò che non si possono «imporre per legge valori morali individuali»; il potere di perseguire l'oscenità, quindi, per decisione della Corte suprema, viene spostato dalle corti federali ai piccoli stati.

Lasse Braun teatro in Amsterdam (1977)

Lasse Braun fondò a Stoccolma la AB Film e nel 1971 incontrò Reuben Sturman, l'inventore dei peep show, che diventerà suo socio in affari. Nel 1977, dopo 15 anni di lotte, repressione, successi e casi giudiziari, Lasse Braun lasciò l'attività "militante" continuando però quella di regista e scrittore. Menzionato nei più significativi libri e articoli riguardanti il fenomeno della pornografia e della rivoluzione sessuale, ha scritto, diretto e prodotto un gran numero di film che presentano tutti gli aspetti della sessualità, anche quelli che la morale comune considera perversi, ma ha al suo attivo anche varie opere di sessuologia e antropologia in inglese, francese ed italiano, e vari romanzi. L'ultimo in ordine di tempo, Lady Caligola, tradotto in varie lingue, è uscito in Bulgaria ed è stato presentato alla Fiera del Libro di Sofia a fine maggio 2008. In Italia è uscito per le edizioni Malatempora nel novembre 2008, con prefazione di Tinto Brass.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

nota: la filmografia di Lasse Braun é composta anche da centinaia di filmini 8 mm della durata di soli tre (3) minuti di difficile catalogazione.

  • French Blue - 1974 (presentato al festival di Cannes 1974)
  • Sensations - 1975
  • Wet Dreams - 1975
  • Sex Maniacs - 1977
  • Body Love - 1977 (con musiche di Klaus Schulze, pioniere della musica elettronica, poi raccolte nell'album Body Love)
  • American Desire - 1981
  • Secret Mistress - 1986
  • Hidden Fantasies - 1986
  • Flasher - 1986
  • Deep & Wet - 1986
  • Zozzerie di una moglie in calore - 1989
  • Tender Blue Eyes - 1992
  • Diamonds are for Pleasure - 1996
  • Desire
  • Sin Dreamer
  • Possession
  • Night and Day
  • Intrique - 1999
  • Io, il Re del Porno - 2001

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le notti di Palermo (giallo), Coniglio editore, 2008
  • L'impeto di Venere (studio scientifico sull'orgasmo femminile e sul punto G)
  • Lo scialle giallo, ed. Clandestine, 1984 (storia della prostituzione)
  • Lady Caligola, romanzo storico/erotico, Malatempora editrice, Roma, 2008. Con prefazione di Tinto Brass
  • Senza Tregua (autobiografia), Coniglio editore, 2010

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Anche suo figlio, Axel Braun, è un famoso regista di film per adulti, vincitore dell'AVN Award (l'Oscar del Porno in USA) come Miglior Regista per quattro anni consecutivi.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN86806913 · ISNI (EN0000 0000 7823 2099 · BNF (FRcb14082532v (data)