La storia infinita 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La storia infinita 2
La storia infinita 2.png
Bastian (Jonathan Brandis), Atreyu (Kenny Morrison) e Falkor in una scena del film
Titolo originaleThe NeverEnding Story II: The Next Chapter
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1990
Durata90 min
Rapporto2,35:1
Generefantastico, avventura
RegiaGeorge Trumbull Miller
SoggettoMichael Ende
SceneggiaturaKarin Howard
ProduttoreDieter Geissler
Distribuzione in italianoPenta Distribuzione
FotografiaDavid Connell
MontaggioChris Blunden, Peter Hollywood
MusicheRobert Folk, Giorgio Moroder (canzone originale)
ScenografiaRobert W. Laing, Götz Weidner
CostumiHeidi Wujek
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La storia infinita 2 (The NeverEnding Story II: The Next Chapter) è il secondo capitolo della saga cinematografica tratta dal romanzo omonimo di Michael Ende. Diretto da George Trumbull Miller, è interpretato da Jonathan Brandis, Kenny Morrison e Alexandra Johnes. Il film è seguito da La storia infinita 3.

Nei cinema americani, il film è stato distribuito insieme al cortometraggio animato Un biglietto per il cinema.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bastian Bux (Bastiano Baldassare Bucci nella versione italiana del libro) è adolescente, soffre la mancanza della madre ed ha con suo padre un rapporto di amore-odio, non accettando il fatto che l'uomo voglia rifarsi una vita. A scuola Bastian ha un attacco di panico quando deve saltare dal trampolino della piscina e si reca quindi dal signor Koreander (quello che nella versione italiana è tradotto in Coriandoli), per farsi consigliare un testo per superare la paura dell'altezza. Prima di fare questo, però, gli capita di nuovo tra le mani il libro della Storia Infinita, inizia a sfogliarlo il volume, e si accorge che alcune pagine si stanno cancellando e sente la voce dell'Imperatrice che lo chiama chiedendo aiuto. Decide allora di rileggere il romanzo per sapere che cosa stia succedendo a Fantàsia. Koreander, come all'inizio del libro e del primo film, cerca di impedirglielo, ma quando Bastian scappa portando con sé il libro, sorride soddisfatto come nel primo capitolo della saga.

In camera sua, a casa, Bastian si accorge che l'Auryn sulla copertina luccica, lo afferra e viene catapultato a Fantàsia e incontra il papero Rapidino, servo della perfida strega Xayde, che sta organizzando un piano per impedire al ragazzo di salvare l'Imperatrice. Rapidino rivela a Bastian che l'Auryn può esaudire tutti i suoi desideri, nascondendogli però che Xayde ha messo nel frattempo a punto una macchina che fa in modo che a ogni desiderio espresso, Bastian perde un ricordo. Giunto alla Città d'argento (quella nel libro è chiamata Amarganta), Bastian viene aggredito da alcuni giganti corazzati (al posto delle armature vuote e semoventi del libro) inviati da Xayde, ma riesce a sconfiggerli senza usare l'Auryn. Viene poi a sapere che l'Imperatrice è prigioniera di una forza misteriosa nella sua Torre e cerca quindi aiuto per andare a salvarla. A questo punto arriva Atreyu e i due si salutano. Bastian crea quindi, grazie all'Auryn, un mostro orribile per spaventare i nemici dell'imperatrice, ma il mostro è totalmente incontrollabile e scappa, dirigendosi verso il castello di Xayde. Bastian lo insegue a bordo del drago Falkor (quello che nel libro è chiamato Fukur), a sua volta sopraggiunto, per fermarlo prima che faccia danni. Sulla strada incontrano Mordiroccia e il suo bimbo che si lamentano perché le rocce sono diventate tutte cave e non sono più nutrienti. Bastian deduce che a causa del Nulla tutte le cose in Fantàsia stanno diventando vuote come le pagine del libro e che presto nel mondo degli esseri umani non ci saranno più storie da leggere. Bastian e Atreyu raggiungono il castello di Xayde. Dopo una dura lotta e parecchi desideri espressi da Bastian, arrivano al cospetto della maga. Questa si dichiara allora sconfitta ed afferma di poter annullare il sortilegio che ha fatto all'imperatrice solo recandosi alla Torre d'Avorio.

Nel frattempo il padre di Bastian, preoccupato per la sua sparizione, cerca il figlio dal signor Koreander, dopo aver trovato il libro, il libraio gli suggerisce di leggere la Storia Infinita. Dapprima scettico, il padre di Bastian inizia a leggere il libro e scopre che racconta tutte le avventure del figlio, che da quel momento segue passo dopo passo.

Xayde offre a Bastian di viaggiare con lei in una specie di carrozza ed egli, evidentemente già stregato, accetta ed inizia ad esprimere molti inutili desideri, arrivando a mettersi contro Atreyu, proprio come nel libro quando quest'ultimo lo aveva ammonito della perfidia di Xayde. Quando Atreyu, che ha nel frattempo scoperto quale effetto provoca su di lui l'esprimere i desideri, cerca riportare l'amico alla ragione e di prendersi l’Auryn, Bastian lo affronta, spingendolo in un burrone e uccidendolo (nel libro invece, Bastian ferisce gravemente Atreyu con la spada magica Sikanda, senza però ucciderlo). Proprio vedendo Atreyu morto, Bastian scopre di essere stato ingannato da Xayde e che gli restano solo due desideri da esprimere prima di perdere tutti i suoi ricordi. Incitato dal pentito Rapidino, che gli chiede di fermare la perfida maga, Bastian raggiunge Atreyu in fondo al burrone ed espirme il desiderio di farlo tornare in vita, sacrificando il ricordo di sua madre. Braccato da Xayde, Bastian è costretto a usare il suo ultimo desiderio (quello legato al ricordo di suo padre), per far sì che lei abbia un cuore ma proprio questo provoca l'annullamento degli incantesimi della Maga, che quindi scompare.

Compare l'imperatrice: Fantàsia è salva e adesso Bastian può tornare a casa, ma per farlo si deve tuffare da una cascata altissima e sconfiggere la sua paura (nel libro, invece, deve immergersi nella Fontana con le Acque della Vita, sorvegliata da due serpenti). Sentendo la voce del padre che lo chiama dopo averlo sostenuto durante tutte le sue avventure, Bastian trova il coraggio di tuffarsi e tornare a casa. Di nuovo insieme, padre e figlio (che evdentemente ha recuperato i ricordi) si dichiarano l'affetto reciproco e si abbracciano.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Su Rotten Tomatoes il film ha un punteggio del 14% basato su 7 recensioni; la valutazione media della critica è 3,7/10.[1]

Richard Harrington del Washington Post ha scritto: "A differenza del suo predecessore, qui ci sono pochi effetti degni di essere definiti speciali, e gli eventi si svolgono con uniformità. La città d'argento sembra la dimora di Oz, il castello della maga è più accennato che realizzato e diverse nuove creature sono uscite da sketch comici a tarda notte".[2] Chris Hicks, scrivendo per il Deseret News, è stato più gentile nella sua recensione, scrivendo che sarebbe stato divertente per i bambini, mentre il primo film era divertente per l'intera famiglia.[3] In Italia il Dizionario dei Film di Morandini commenta "Tedio, con scene e costumi da megashow del sabato sera", mentre Pino Farinotti, che valuta il film con due stelle su cinque, lo critica come "Ricco di effetti speciali, ma povero di idee".

Botteghino[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato $ 17.373.527 negli Stati Uniti,[4] ma è stato un successo maggiore nella sua nativa Germania, con 3.231.527 spettatori, che gli hanno conferito il settimo numero di presenze dell'anno e lo hanno reso uno dei due film tedeschi a raggiungere il successo nazionale nel 1990, insieme a Werner – Beinhart!.[5]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Adattamenti[modifica | modifica wikitesto]

Dal film venne tratto il videogioco d'azione The Neverending Story II del 1990.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È stato distribuito in Germania dalla Warner Home Video in VHS e dalla Warner Bros. in DVD e Blu-Ray, in USA è stato distribuito dalla Warner Bros. in VHS, DVD e Blu-Ray; mentre in Italia è stato distribuito dalla Penta Video in VHS mentre in DVD e Blu-Ray sono ancora inediti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) La storia infinita 2, su Rotten Tomatoes.
  2. ^ Harrington, Richard (13 febbraio 1991).
  3. ^ Hicks, Chris (13 febbraio 1991).
  4. ^ (EN) La storia infinita 2, su Box Office Mojo.
  5. ^ (DE) Die erfolgreichsten Filme in Deutschland 1990, su InsideKino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]