La notte del giudizio (serie di film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La notte del giudizio (The Purge) è una serie cinematografica di genere thriller-azione, ambientata in un futuro distopico, scritta e diretta da James DeMonaco.

È composta da cinque film: La notte del giudizio (2013), Anarchia (2014), Election Year (2016), La prima notte del giudizio (2018), La notte del giudizio per sempre (2021) e la serie TV The Purge (2018-2019).

L'intera vicenda può essere considerata come un'ucronia distopica ambientata negli Stati Uniti d'America, dove una volta all'anno, per un periodo di dodici ore, ogni crimine, incluso l'omicidio, è reso legale.

Premessa[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni 2010, negli Stati Uniti, il livello di criminalità era alle stelle, così come l'indice di disoccupazione e quello di povertà. In seguito ad un massiccio crollo economico, che portò l'America nel caos, un'organizzazione di persone nota come “Nuovi padri Fondatori d'America” (New Founding Fathers of America, abbreviato in NFFA) salì al potere nel 2014, instaurando un regime totalitario. Per far fronte ai problemi della nazione, la NFFA si appellò al 28º emendamento della Costituzione, e stabilì che una notte all'anno, chiamata "Sfogo" (Purge in originale), ogni crimine sarebbe stato legale e che servizi come polizia, vigili del fuoco e cure sanitarie sarebbero stati sospesi per 12 ore, dalle 7 del pomeriggio alle 7 del mattino seguente. Le uniche limitazioni avrebbero riguardato l'uso di armamenti di un certo tipo (come le armi atomiche), e l'immunità dei funzionari governativi di "livello 10".[1] In questo modo, le persone avrebbero sfogato l'aggressività in quell'unica notte, commettendovi i crimini che non potevano aver luogo durante il resto dell'anno, per via delle ferree sanzioni della NFFA. Il primo esperimento di Sfogo venne attuato il 21 marzo 2017 nel borough newyorkese di Staten Island, ma per la prima notte di Sfogo nazionale si dovrà aspettare il 21 marzo 2018.

Lo Sfogo ha diminuito il tasso di criminalità, mentre quello di disoccupazione è sceso fino all'1% e l'economia si è rafforzata. Nonostante l'opinione pubblica creda che sia semplicemente un atto di catarsi, in realtà è un sofisticato metodo per controllare la popolazione, poiché lo Sfogo elimina perlopiù i senzatetto, le persone più povere e generalmente i cittadini che rallentano o sono inutili allo sviluppo dell'economia del Paese.

Film[modifica | modifica wikitesto]

La notte del giudizio (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La notte del giudizio.

In un benestante quartiere di Los Angeles è situata la casa della famiglia di James Sandin. Durante la notte dello Sfogo del 2022, la famiglia diventa bersaglio di una banda mascherata poiché aveva deciso di offrire ospitalità ad uno sconosciuto finito nel mirino degli stessi purificatori. Il capo della banda, postosi di fronte all'abitazione, si smaschera e, attraverso le telecamere di videosorveglianza che James aveva in precedenza collocato, minaccia di uccidere l'intera famiglia se non viene consegnato lo sconosciuto. Proprio quest'ultimo, però, nelle ore a seguire, aiuta i Sandin a sopravvivere alla banda di purificatori e anche alla furia dei vicini, che da tempo serbano rancore nei confronti della famiglia Sandin.

Anarchia - La notte del giudizio (2014)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Anarchia - La notte del giudizio.

Durante lo Sfogo annuale del 2023, il sergente fuori servizio del dipartimento di polizia di Los Angeles Leo Barnes vuole approfittare dell'evento per vendicare la morte del figlio, ma ben presto si ritrova a proteggere una coppia, prossima alla separazione, la cui auto si guasta poco prima dell'inizio dello Sfogo. Inoltre, salverà anche una madre e una figlia, ricercate da una banda di sadici purificatori vogliosi di abusarne.

Nel frattempo, Dante Bishop si allea con Carmelo Johns, il leader di un gruppo di resistenza anti-Sfogo che hackera programmi televisivi per trasmettere i propri messaggi atti a sfidare il sistema, sostenendo che lo Sfogo non sia altro che un mezzo dello Stato per sterminare le persone più povere.

La notte del giudizio - Election Year (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La notte del giudizio - Election Year.

Nel 2037 Leo Barnes è divenuto il capo della sicurezza del senatore statunitense e candidato alle elezioni presidenziali Charlie Roan la quale, memore del triste destino della sua famiglia (sterminata durante uno Sfogo), si propone di abrogare la legge che lo permette.

Nel tentativo di evitare che ciò accada, la NFFA revoca la regola che garantisce l'immunità ai funzionari governativi di "livello 10". Dopo un tradimento avvenuto all'interno dell'élite di sicurezza capitanata da Barnes, quest'ultimo deve proteggere la Roan contando solamente sulle proprie forze, per poi incontrarsi e formare un'alleanza con alcuni dei suoi sostenitori: due commercianti, una soccorritrice e una squadra di ribelli anti-Sfogo guidata da Dwayne Bishop, che ha assunto lo pseudonimo di Dante Bishop. Il gruppo è anche aiutato dalla famigerata banda dei Crips per evitare che una squadra di ideologie naziste devota alla NFFA li catturi, ma l'impresa non riesce. Nel frattempo, il ministro e rivale della Roan, Edwidge Owens, che è stato scelto come candidato dalla NFFA per mantenere lo status quo, conduce una cerimonia di purificazione in compagnia di alcuni simpatizzanti. Poco prima che la Roan venga sacrificata, Barnes e il team di Bishop uccidono gran parte dei purificatori costringendo i restanti alla fuga. La Roan trionfa successivamente alle elezioni, mentre il telegiornale trasmette la notizia che orde di rivoltosi in favore dello Sfogo reagiscono commettendo atti vandalici.

La prima notte del giudizio (2018)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La prima notte del giudizio.

Si tratta di un prequel, uscito nelle sale statunitensi il 4 luglio 2018.[2] Nel 2014 i Nuovi Padri Fondatori sono saliti al potere in America e nel 2017 viene proposto il primo esperimento sociale dello Sfogo per una notte a Staten Island.[3] Il governo, per ricevere più consensi, promette di pagare 5000$ a chiunque partecipi all'esperimento restando all'interno dell'isola, e di aumentare la ricompensa per chi partecipasse attivamente, promettendo tanti più soldi quanto più è grave il crimine. Cominciano così ad iscriversi sempre più persone, soprattutto povere e bisognose di denaro, mentre un ristretto gruppo della comunità, compresa una giovane donna di nome Nya, tenta invano di fermare lo sfogo protestando per le strade.

La notte del giudizio per sempre (2021)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La notte del giudizio per sempre.

Il quinto ed ultimo capitolo della saga, La notte del giudizio per sempre, era stato annunciato per il 2020, ma è stato posticipato al 9 luglio 2021 a causa della pandemia di COVID-19.[4][5]

Otto anni dopo l'elezione presidenziale di Charley Roan, i Nuovi Padri Fondatori d'America hanno ripreso il controllo del governo degli Stati Uniti e ripristinato l'annuale "Sfogo" con le regole originali. La storia ruota attorno a Juan e Adela, una coppia di migranti che attraversa illegalmente il confine con il Texas per fuggire da un cartello della droga messicano. I due vogliono costruirsi una nuova vita grazie al lavoro di Juan, bracciante nel ranch della famiglia Tucker, e ad Adela che lavora vicino ad Austin, ma si vedranno coinvolti in un disperato tentativo di tornare verso i confini di casa quando si rendono conto che i civili continuano a celebrare l'Epurazione dopo la fine delle 12 ore previste.

Serie televisiva[modifica | modifica wikitesto]

The Purge (2018-2019)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: The Purge (serie televisiva).

Nel maggio 2017 viene ordinata una serie televisiva,[6][7] che è stata trasmessa sulle reti Syfy e USA Network a partire dal 4 settembre 2018.[8]

La serie si svolge nell'anno 2027, quindi tra gli eventi dei film Anarchia ed Election Year.

Nel maggio del 2020 viene annunciato che non verrà prodotta una terza stagione della serie[9].

Cast e personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Film
La notte del giudizio
(2013)
Anarchia
(2014)
Election Year
(2016)
James Sandin Ethan Hawke  
Mary Sandin Lena Headey  
Zoey Sandin Adelaide Kane  
Charlie Sandin Max Burkholder  
Dwayne "The Stranger" Edwin Hodge
Leo Barnes   Frank Grillo
Eva Sanchez   Carmen Ejogo  
Shane   Zach Gilford  
Liz   Kiele Sanchez  
Cali Sanchez   Zoë Soul  
Carmelo   Michael K. Williams  
Charlene "Charlie" Roan   Elizabeth Mitchell

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Film Data di uscita italiana Incassi Budget Note
Nord America Italia Altri
territori
Mondiale
La notte del giudizio 1º agosto 2013 $64.473.115 €1.422.389 $23.433.123 $89.328.27 $3 milioni [10]
Anarchia 23 luglio 2014 $71.962.800 €2.759.787 $37.205.778 $110.602.999 $9 milioni [11]
Election Year 28 luglio 2016 $79.042.440 €1.672.000 $37.702.505 $118.416.945 $10 milioni [12]
La prima notte del giudizio 5 luglio 2018 $68.463.460 €1.525.087 $58.600.000 $127.063.460 $13 milioni [13]
Totale $284.112.750 €7.339.263 $162.795.582 $446.908.332 $35 milioni [14]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Film Rotten Tomatoes Metacritic CinemaScore
La notte del giudizio 38% (137 recensioni)[15] 41 (33 recensioni)[16] C[17]
Anarchia 56% (122 recensioni)[18] 50 (32 recensioni)[19] B[17]
Election Year 53% (89 recensioni)[20] 55 (28 recensioni)[21] B+[17]
La prima notte del giudizio 54% (136 recensioni)[22] 54 (39 recensioni) B-[23]
Serie televisiva
The Purge 22% (9 recensioni)[24] 44 (6 recensioni)[25] -

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) newfoundersamerica.org, https://web.archive.org/web/20150722013631/http://www.newfoundersamerica.org/about/ (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2015).
  2. ^ The First Purge: annunciato il titolo e la data di uscita del quarto film della saga, in Movieplayer.it. URL consultato il 31 gennaio 2018.
  3. ^ Matteo Tosini, La Notte del Giudizio: Y’lan Noel e Lex Scott Davis saranno i protagonisti del prequel, su badtaste.it, 22 settembre 2017. URL consultato il 22 settembre 2017.
  4. ^ Redazione, The Purge: un nuovo capitolo nel 2020, su DarkVeins | Portale horror, 13 maggio 2019. URL consultato il 13 maggio 2019.
  5. ^ Candyman e The Forever Purge: posticipate le date di uscita, su Movieplayer.it. URL consultato l'8 luglio 2020.
  6. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Blumhouse Launches Indie TV Studio With ITV; ‘The Purge’ Becomes Series, Roger Ailes Fox News Series Lands At Showtime, in Deadline, 4 aprile 2017. URL consultato il 29 giugno 2018.
  7. ^ (EN) Nellie Andreeva, ‘Purge’: Premise Of Companion TV Series Revealed, in Deadline, 15 maggio 2017. URL consultato il 29 giugno 2018.
  8. ^ (EN) Denise Petski, ‘The Purge’: USA/Syfy Series Gets Premiere Date & First Trailer, in Deadline, 28 giugno 2018. URL consultato il 29 giugno 2018.
  9. ^ The Purge, niente terza stagione per la serie. Slitta l'uscita di The Forever Purge, quinto ed ultimo capitolo, su NonSolo.TV, 22 maggio 2020. URL consultato il 22 maggio 2020.
  10. ^ (EN) The Purge, su Box Office Mojo, 9 gennaio 2015.
  11. ^ (EN) The Purge: Anarchy, su Box Office Mojo, 9 gennaio 2015.
  12. ^ (EN) The Purge: Election Year, su Box Office Mojo, 22 luglio 2016.
  13. ^ (EN) The First Purge (2018) - Box Office Mojo, su boxofficemojo.com. URL consultato il 2 settembre 2018.
  14. ^ (EN) Purge Moviesat the Box Office, su Box Office Mojo, 9 gennaio 2015.
  15. ^ (EN) The Purge (2013), su Rotten Tomatoes, Warner Bros.. URL consultato il 28 settembre 2013.
  16. ^ (EN) The Purge, su Metacritic, CBS Interactive. URL consultato il 16 giugno 2013.
  17. ^ a b c (EN) CinemaScore, su cinemascore.com. URL consultato il 12 marzo 2015.
  18. ^ (EN) The Purge: Anarchy, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 7 ottobre 2014.
  19. ^ (EN) The Purge: Anarchy, su Metacritic. URL consultato il 25 ottobre 2014.
  20. ^ The Purge: Election Year, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 12 luglio 2016.
  21. ^ The Purge: Election Year, su Metacritic. URL consultato il 7 luglio 2016.
  22. ^ (EN) The First Purge. URL consultato il 2 settembre 2018.
  23. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘The First Purge’ Slays $9.4M As Dinos Run Toward $300M – Independence Day Box Office, in Deadline, 5 luglio 2018. URL consultato il 2 settembre 2018.
  24. ^ (EN) The Purge: Season 1 - Rotten Tomatoes. URL consultato il 2 settembre 2018.
  25. ^ The Purge (2018). URL consultato il 2 settembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema