L'etrusco uccide ancora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

« Figli di gran puttana, 'sti etruschi! Loro, sì, sapevano vivere, non si facevano mancare mai niente: mangiare come maiali, bere come cammelli e a letto come mandrilli! »

(Jason Porter)
L'etrusco uccide ancora
L'etrusco uccide ancora.jpg
Titoli del trailer
Paese di produzioneItalia, Germania, Jugoslavia
Anno1972
Durata105 min
Generethriller
RegiaArmando Crispino
SoggettoLucio Battistrada,
Armando Crispino
SceneggiaturaLucio Battistrada,
Armando Crispino,
Lutz Eisholz
ProduttoreArtur Brauner
Casa di produzioneCentral Cinema Company Film
FotografiaErico Menczer
MontaggioAlberto Gallitti
MusicheRiz Ortolani
ScenografiaGiantito Burchiellaro
CostumiLuca Sabatelli
TruccoNilo Jacoponi
Interpreti e personaggi

L'etrusco uccide ancora è un film giallo del 1972 diretto da Armando Crispino. La trama è tratta da un romanzo dello scrittore inglese Bryan Edgar Wallace.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jason Porter, archeologo americano con un passato da alcolista, scopre una tomba etrusca nella proprietà del direttore d'orchestra Nikos Samarakis. Nella camera funeraria ci sono degli affreschi nei quali viene raffigurato Tuchulcha (demone etrusco dell'oltretomba) mentre uccide una coppia di amanti. Poco dopo, tra Spoleto e Cerveteri ha inizio una serie di duplici omicidi ad opera di un misterioso serial killer e i sospetti della polizia si indirizzano verso l’archeologo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato tra Spoleto, Cerveteri, Tarquinia, Frascati (villa Aldobrandini), Montefiascone (Basilica di San Flaviano).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) L'etrusco uccide ancora, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema