Kurt Koch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kurt Koch
cardinale di Santa Romana Chiesa
RPP Kurt Koch (Kardinal) cut.jpg
Coat of arms of Kurt Koch.svg
Ut sit in omnibus Christus primatum tenens
 
TitoloCardinale presbitero di Nostra Signora del Sacro Cuore
Incarichi attuali
Incarichi ricoperti
 
Nato15 marzo 1950 (72 anni) ad Emmenbrücke
Ordinato presbitero20 giugno 1982 dal vescovo Otto Wüst
Nominato vescovo6 dicembre 1995 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo6 gennaio 1996 da papa Giovanni Paolo II
Elevato arcivescovo1º luglio 2010 da papa Benedetto XVI
Creato cardinale20 novembre 2010 da papa Benedetto XVI
 

Kurt Koch (Emmenbrücke, 15 marzo 1950) è un cardinale e arcivescovo cattolico svizzero, dal 5 giugno 2022 prefetto del Dicastero per la promozione dell'unità dei cristiani.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 15 marzo 1950 a Emmenbrücke, un paesino della diocesi di Basilea, riceve l'ordinazione sacerdotale il 20 giugno 1982 ed è stato incardinato nella sua diocesi d'origine.

Nominato vescovo di Basilea il 21 agosto 1995 da papa Giovanni Paolo II, riceve la consacrazione episcopale il 6 gennaio dell'anno successivo nella basilica di San Pietro.

Dal 2006 al 2010 è presidente della Conferenza Episcopale Svizzera.

Molto vicino alla visione teologica di papa Benedetto XVI e impegnatissimo sul fronte dell'ecumenismo nella sua diocesi, il 1º luglio 2010 viene elevato alla dignità di arcivescovo e nominato presidente del Pontificio consiglio per la promozione dell'unità dei cristiani e della Commissione per le Relazioni Religiose con gli Ebrei.

Benedetto XVI lo eleva al rango di cardinale diacono della Nostra Signora del Sacro Cuore nel concistoro del 20 novembre 2010.

Dal 30 novembre 2011 è presidente onorario dell'associazione internazionale "Tu es Petrus",[1] fondata nel 2005 a Battipaglia dal cardinale Francesco Marchisano e dal vaticanista Gianluca Barile. Il 22 aprile 2017 ha ritirato la cittadinanza onoraria di Battipaglia, conferitagli su proposta dello stesso Barile, dalle mani della sindaca Cecilia Francese.

Il 27 luglio 2015 papa Francesco lo nomina suo inviato speciale alla celebrazione conclusiva in occasione dei 1500 anni dalla fondazione dell'abbazia di Saint-Maurice, in programma il 22 settembre 2015.

Il 3 dicembre 2016, riceve, in occasione della cerimonia di apertura dell’anno accademico 2016-2017 dell'Accademia Bonifaciana di Anagni il Premio internazionale Bonifacio VIII - Città di Anagni 2016 "...per una cultura della Pace..." e il titolo di senatore accademico onorario della stessa istituzione.

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine della Stella di Romania (Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Stella di Romania (Romania)
— 2012[2]
Ordine dell'Amicizia (Armenia) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Amicizia (Armenia)
«Per i valori spirituali, il contributo al rafforzamento dei legami bilaterali tra Armenia e Santa Sede, nonché per le attività.»
— 4 aprile 2015
Gran Croce al merito con placca e cordone dell'Ordine al merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce al merito con placca e cordone dell'Ordine al merito di Germania
— 2016

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David M. Cheney, Kurt Koch, in Catholic Hierarchy. Modifica su Wikidata
Predecessore Vescovo di Basilea Successore BishopCoA PioM.svg
Hansjörg Vogel 6 dicembre 1995 - 1º luglio 2010 Felix Gmür
Predecessore Presidente della Conferenza dei Vescovi Svizzeri Successore Mitra heráldica.svg
Amédée (Antoine-Marie) Grab, O.S.B. 8 ottobre 2006 - 1º luglio 2010 Norbert Brunner
Predecessore Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani Successore Emblem Holy See.svg
Walter Kasper 1º luglio 2010 - 5 giugno 2022 -
Predecessore Presidente della Commissione per i Rapporti Religiosi con l’Ebraismo Successore Emblem Holy See.svg
Walter Kasper dal 1º luglio 2010 in carica
Predecessore Cardinale diacono e presbitero di Nostra Signora del Sacro Cuore Successore CardinalCoA PioM.svg
José Saraiva Martins, C.M.F. dal 20 novembre 2010
Titolo presbiterale pro hac vice dal 3 maggio 2021
in carica
Predecessore Prefetto del Dicastero per la promozione dell'unità dei cristiani Successore Emblem Holy See.svg
- dal 5 giugno 2022 in carica
Controllo di autoritàVIAF (EN114038461 · ISNI (EN0000 0001 1177 7649 · BAV 495/280735 · LCCN (ENn83031702 · GND (DE120049252 · BNF (FRcb121838037 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n83031702
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie