Krome Studios Melbourne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Krome Studios Melbourne
Stato Australia Australia
Fondazione 1978 Melbourne House
1980 Beam Software
1996 seconda volta come Melbourne House
1999 Infogrames Melbourne House
2006 Krome Studios Melbourne
Fondata da Alfred Milgrom e Naomi Besen
Chiusura 1990 (prima volta)
18 dicembre 2010 (seconda volta)
Sede principale Melbourne
Filiali Beam Software
Persone chiave Kevin Burfitt, Myles Abbott, Mark Coombes, Holger Liebnitz, Russel Comte, Darren Bremner, Marshall Parker, Kyuji Kawase
Settore Videogiochi
Dipendenti 40

La Krome Studios Melbourne (in precedenza Beam Software dalle iniziali dei fondatori Alfred Milgrom e Naomi Besen, sussidiaria di Melbourne House) è stata una azienda australiana per lo sviluppo di videogiochi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Melbourne House venne fondata nel 1978 da Alfred Milgrom nella città di Melbourne, come casa editrice tradizionale. Fu tra i primi editori al mondo dediti alla manualistica pratica per la programmazione sugli home computer. Nel 1980 passò alla pubblicazione di software, incoraggiata dal grande successo che stava avendo il computer Sinclair ZX80. Per lo sviluppo dei videogiochi venne fondata la sussidiaria Beam Software, che ebbe tra i suoi maggiori successi The Hobbit (1982) e The Way of the Exploding Fist (1985), entrambi con un volume di vendite superiore a 500 000 copie. Nel 1987 Mastertronic acquistò l'editore Melbourne House, ma lo sviluppatore Beam Software rimase indipendente.[1]

Nel 1999, quando è stata rivelata dalla Infogrames, l'azienda ha cambiato nome in Infogrames Melbourne House. [2] La Beam Software divenne una divisione della Melbourne House, che ha operato fino al 1998.

L'azienda chiuse per la prima volta nel 1990, di seguito riaprì e nel 2006 è stata venduta alla Krome Studios.[3] Il 18 dicembre 2010 chiuse di nuovo, ma stavolta definitivamente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Rossi, Melbourne House, in Dizionario dei videogame, Vallardi, 1993, pp. 230-231, ISBN 8811904226.
  2. ^ Beam Software Timeline. [collegamento interrotto] Documentation for a 2007 exhibition at Australian Centre for the Moving Image
  3. ^ Krome Studios expands with new studio in Melbourne, Krome Studios, 3 novembre 2006. URL consultato il 3 febbraio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]