Obliterator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Obliterator
videogioco
Obliterator.jpg
Schermata iniziale su Amiga
PiattaformaAmiga, Atari ST, ZX Spectrum, Amstrad CPC, MS-DOS
Data di pubblicazioneFlag of the United Kingdom.svg 1988
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 1989
GenerePiattaforme, Sparatutto, Avventura dinamica
TemaFantascienza
OrigineRegno Unito
SviluppoDavid H. Lawson (Amiga), Paul Murray, Ed Knight, John Brennan (ZX Spectrum)
PubblicazionePsygnosis (Amiga, 1988), Melbourne House (ZX Spectrum, 1989)
DesignGarvan Corbett, Jim Ray Bowers
MusicheDavid Whittaker
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputMouse
Supporto2 floppy disk

Obliterator è un videogioco di avventura arcade a scorrimento laterale, progettato e sviluppato da David H. Lawson e pubblicato da Psygnosis nel 1988 per Amiga, Atari ST, ZX Spectrum, Amstrad CPC ed MS-DOS. La grafica è stata realizzata da Garvan Corbett e Jim Ray Bowers, la colonna sonora è stata composta da David Whittaker, e la copertina è stata disegnata da Roger Dean.

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema di controllo è identico a quello di Barbarian, il quale fu pubblicato l'anno precedente ovvero nel 1987: il giocatore può selezionare le azioni del personaggio cliccando su un apposito menù posto nella parte inferiore dello schermo, azioni che il personaggio eseguirà in sequenza.

Il protagonista è Drak, l'ultimo degli Obliteratori, esseri umani geneticamente potenziati e trasformati in incredibili macchine da combattimento, allo scopo di eseguire incarichi altrimenti inaffrontabili. Nello spazio della Federazione si materializza un sinistro incrociatore alieno, che annienta le difese della Federazione, lasciando la Terra vulnerabile e dirigendosi verso di essa. L'unica speranza rimasta per salvare il pianeta è quindi Drak che, convocato dalla Federazione, viene incaricato di utilizzare un prototipo di teletrasporto per infiltrarsi nell'incrociatore alieno. Armato di un disgregatore di particelle, di laser e di qualunque altro equipaggiamento utile riesca a reperire nella nave aliena, dovrà farsi strada tra i suoi ostili occupanti per neutralizzarne il potenziale offensivo, permettendone così la distruzione da parte della flotta umana, e cercando infine di fuggire a bordo di una navetta prima che ciò accada.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Obliterator è stato recensito da Computer Gaming World come un gioco di azione divertente e ben costruito, anche se non impegnativo come difficoltà. Il gioco è stato elogiato per l'utilizzo del punteggio non solo come valore arbitrario, ma anche per determinare il tempo rimanente all'eroe per fuggire.[1]

C-lehti ha dato una valutazione di cinque stelle per la versione Amiga e di dieci punti per musica, grafica, fattore di interesse e atmosfera. Secondo la recensione, il gioco mostra come il computer Amiga sia in grado di soddisfare le aspettative dei giocatori, utilizzando le capacità del computer in modo da rendere l'esperienza di gioco un intrattenimento visivo. La recensione rileva inoltre come il gioco sia relativamente facile da finire, ma lascia ancora ad intendere che fosse degno del suo prezzo. La possibilità di salvare uno stato del gioco su un disco è vista dagli autori come un miglioramento rispetto al videogioco precedente, Barbarian.[2]

Versione per ZX Spectrum[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1989 la software house australiana Melbourne House pubblicò la versione di Obliterator per ZX Spectrum, sviluppata da Paul Murray, Ed Knight e John Brennan.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Douglas Seacat, Destruction Unlimited: Psygnosis' "Obliterator", in Computer Gaming World, agosto 1988, p. 23.
  2. ^ (EN) Markku Alanen, Obliterator, in C-lehti, giugno 1988, p. 61.
  3. ^ (EN) General info for: Obliterator, su spectrumcomputing.co.uk. URL consultato il 12 dicembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi