Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Jonathan Sacks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sir Jonathan Sacks

Jonathan Henry Sacks (Londra, 8 marzo 1948) è un rabbino britannico, considerato la massima autorità spirituale e morale ebraica ortodossa in Gran Bretagna, col titolo di Chief Rabbi of Great Britain and the Commonwealth of Nations dalla sua nomina nel 1991 fino alla conclusione del suo mandato nel 2013. Creato Sir dalla Regina Elisabetta II nel 2005 per servizi resi alla Comunità e alle relazioni inter-religiose[1] e nel 2009 nominato Lord Barone con un seggio a vita nella Camera dei Lord[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Già Gran Rabbino della Gran Bretagna e del Commonwealth, il suo nome ebraico è Yaakov Zvi (in ebraico: יעקב צבי?). Quale capo spirituale delle Sinagoga Unita di Londra, la più grande sinagoga del Regno Unito, Sacks è stato il Rabbino Capo degli ebrei ortodossi britannici dal 1991 al 2013.

Dopo aver lasciato la succitata carica nel 2013, e in aggiunta ai suoi tour di conferenze e prolifica attività di scrittore, Sacks insegna alla New York University e alla Yeshiva University quale professore emerito di filosofia ebraica. È stato inoltre nominato professore di Legge, Etica e Bibbia al King's College London.[3]

Sacks è plurilaureato, con lauree magistrali ottenute al Gonville & Caius College di Cambridge, al Christ's College Finchley, PhD conferiti dal King's College London[4] e dal New College di Oxford, e diplomi dei Jews' College London e Etz Chaim Yeshiva (Londra).[5] Ha inoltre ricevuto dottorati honoris causa dalla University of Cambridge; dall'Università di Glasgow; Università di Haifa; Middlesex University; Yeshiva University; Università di Liverpool e University of St Andrews. È fellow onorario del Gonville and Caius College e del King's College London.

Sacks è sposato e ha tre figli.[6] Una delle sue figlie, Gila Sacks, è stata la Special Adviser dell'ex-Primo Ministro Gordon Brown.

Riconoscimenti e onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Capi religiosi al Forum Economico Mondiale del 2009 (Sir Jonathan Sacks è il 2o da sinistra)

In settembre 2001 l'Arcivescovo di Canterbury gli ha conferito il Dottorato di Teologia quale riconoscimento dei suoi primi dieci anni come Gran Rabbino del Regno Unito e del Commonwealth.

Nel 2004, il suo libro The Dignity of Difference (La dignità della differenza) è stato premiato col Grawemeyer Award nella categoria di Religione.

Nominato baronetto e lord dalla Regina Elisabetta II, a Sacks sono inoltre state consegnate le chiavi del Quartiere londinese di Barnet in settembre 2006.[7] Nell'aprile 2011 è stato invitato al matrimonio del principe William, duca di Cambridge, e Catherine Middleton, quale rappresentante della Comunità ebraica.[8]

Secolarismo ed i cambiamenti demografici dell'Europa[modifica | modifica wikitesto]

Sacks si è dimostrato preoccupato per gli effetti negativi del materialismo e secolarismo della società europea, dichiarando che tali effetti minano i valori basilari della famiglia e conducono all'egoismo. Nel 2009 Sacks ha tenuto un discorso affermando che gli europei hanno scelto il consumismo a discapito dell'altruismo specialmente nell'allevare i bambini, dicendo inoltre che "il principale assalto alla religione oggi proviene dai neo-darwinisti." Ha dichiarato che l'Europa è una popolazione in declino "perché i non-credenti mancano di quei valori comuni di famiglia e comunità che invece la religione possiede."[9][10][11][12]

Cariche attuali[modifica | modifica wikitesto]

Precedenti cariche[modifica | modifica wikitesto]

Sacks è inoltre frequente ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche, contribuendo anche a vari giornali nazionali. Ha presentato le Reith Lectures alla BBC nel 1990 sul tema La persistenza della fede.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Traditional alternatives: Orthodoxy and the future of the Jewish people (1989)
  • Tradition in an Untraditional Age (1990)
  • Persistence of Faith (1991)
  • Arguments for the Sake of Heaven (1991)
  • Crisis and Covenant (1992)
  • One People? (1993)
  • Will We Have Jewish Grandchildren? (1994)
  • Community of Faith (1995)
  • Torah Studies: Discourses by Rabbi Menachem M. Schneerson (1996)
  • The Politics of Hope (1997 revised 2nd edition 2000)
  • Morals and Markets (1999)
  • Celebrating Life (2000)
  • Radical Then, Radical Now (published in America as A Letter in the Scroll) (2001)
    • (IT) La dignità della differenza (Dignity of Difference, 2002) - Garzanti Saggi (2004), ISBN 881160029-4
  • The Chief Rabbi's Haggadah (2003)
  • To Heal a Fractured World - The Ethics of Responsibility (2005)
  • The Home We Build Together - Recreating Society (2007)
  • The Koren Sacks Siddur (2009)
  • Future Tense: Jews, Judaism, and Israel in the Twenty-first Century (2009)
  • Covenant & Conversation: A Weekly Reading of the Jewish Bible (2010)
  • The Great Partnership: God Science and the Search for Meaning (Hodder & Stoughton, 2011)
  • The Koren Sacks Rosh Hashana Mahzor (Koren, 2011)
  • The Koren Sacks Yom Kippur Mahzor (Koren, 2012)
  • The Koren Sacks Pesach Mahzor (Koren, 2013)
  • Covenant & Conversation: Leviticus, the Book of Holiness (Koren, 2015)
  • Not in God's Name: Confronting Religious Violence (Hodder & Stoughton, 2015)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gazzetta Ufficiale di Londra ed. 10/06/2005
  2. ^ (EN) Nomine alla House of Lords del 13/07/2009
  3. ^ Notizie biografiche.
  4. ^ (EN) Articolo su Philosophernet
  5. ^ (EN) Curriculum del Rabbino Capo
  6. ^ (EN) Sylvester, Rachel; Thomson, Alice. "Jonathan Sacks's solution to family breakdown". Articolo su The Daily Telegraph, 03/11/2007
  7. ^ (EN) Honorary Freemen of the London Borough of Barnet
  8. ^ (EN) Notizie BBC del 29/04/2011
  9. ^ (EN) Europeans too selfish to have children, says Chief Rabbi in The Daily Telegraph (Londra), 05/11/2009. URL consultato il 07/05/2010.
  10. ^ (EN) Riazat Butt, Falling birth rate is killing Europe, says chief rabbi Jonathan Sacks in The Guardian (Londra), 05/11/2009. URL consultato il 07/05/2010.
  11. ^ (EN) Articolo su Dawkins Foundation
  12. ^ (EN) Selfish culture is killing secular Europe, says Chief Rabbi in Daily Mail (Londra), 06/11/2009.
  13. ^ (EN) The Elijah Interfaith Institute - Jewish Members of the Board of World Religious Leaders

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN94664209 · LCCN: (ENn90639549 · ISNI: (EN0000 0001 1776 2587 · GND: (DE132660539 · BNF: (FRcb12222724m (data)
Ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ebraismo