Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Jonathan Sacks

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sir Jonathan Sacks

Jonathan Henry Sacks (Londra, 8 marzo 1948) è un rabbino britannico, considerato la massima autorità spirituale e morale ebraica ortodossa in Gran Bretagna, col titolo di Chief Rabbi of Great Britain and the Commonwealth of Nations ("Rabbino capo della Gran Bretagna e del Commonwealth delle nazioni") dalla sua nomina nel 1991 fino alla conclusione del suo mandato nel 2013. Creato Sir dalla Regina Elisabetta II nel 2005 per servizi resi alla Comunità e alle relazioni inter-religiose[1] e nel 2009 nominato Lord Barone con un seggio a vita nella Camera dei Lord[2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Già Gran Rabbino della Gran Bretagna e del Commonwealth, il suo nome ebraico è Yaakov Zvi (in ebraico: יעקב צבי?). Quale capo spirituale delle Sinagoga Unita di Londra, la più grande sinagoga del Regno Unito, Sacks è stato il Rabbino Capo degli ebrei ortodossi britannici dal 1991 al 2013.

Dopo aver lasciato la succitata carica nel 2013, e in aggiunta ai suoi tour di conferenze e prolifica attività di scrittore, Sacks insegna alla New York University e alla Yeshiva University quale professore emerito di filosofia ebraica. È stato inoltre nominato professore di Legge, Etica e Bibbia al King's College London.[3]

Sacks è plurilaureato, con lauree magistrali ottenute al Gonville & Caius College di Cambridge, al Christ's College Finchley, PhD conferiti dal King's College London[4] e dal New College di Oxford, e diplomi dei Jews' College London e Etz Chaim Yeshiva (Londra).[5] Ha inoltre ricevuto dottorati honoris causa dalla University of Cambridge; dall'Università di Glasgow; Università di Haifa; Middlesex University; Yeshiva University; Università di Liverpool e University of St Andrews. È fellow onorario del Gonville and Caius College e del King's College London.

Sacks è sposato e ha tre figli.[6] Una delle sue figlie, Gila Sacks, è stata la Special Adviser dell'ex-Primo Ministro Gordon Brown.

Riconoscimenti e onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Capi religiosi al Forum Economico Mondiale del 2009 (Sir Jonathan Sacks è il 2o da sinistra)

In settembre 2001 l'Arcivescovo di Canterbury gli ha conferito il Dottorato di Teologia quale riconoscimento dei suoi primi dieci anni come Gran Rabbino del Regno Unito e del Commonwealth.

Nel 2004, il suo libro The Dignity of Difference (La dignità della differenza) è stato premiato col Grawemeyer Award nella categoria di Religione.

Nominato baronetto e lord dalla Regina Elisabetta II, a Sacks sono inoltre state consegnate le chiavi del Quartiere londinese di Barnet in settembre 2006.[7] Nell'aprile 2011 è stato invitato al matrimonio del principe William, duca di Cambridge, e Catherine Middleton, quale rappresentante della Comunità ebraica.[8]

Secolarismo ed i cambiamenti demografici dell'Europa[modifica | modifica wikitesto]

Sacks si è dimostrato preoccupato per gli effetti negativi del materialismo e secolarismo della società europea, dichiarando che tali effetti minano i valori basilari della famiglia e conducono all'egoismo. Nel 2009 Sacks ha tenuto un discorso affermando che gli europei hanno scelto il consumismo a discapito dell'altruismo specialmente nell'allevare i bambini, dicendo inoltre che "il principale assalto alla religione oggi proviene dai neo-darwinisti." Ha dichiarato che l'Europa è una popolazione in declino "perché i non-credenti mancano di quei valori comuni di famiglia e comunità che invece la religione possiede."[9][10][11][12]

Cariche attuali[modifica | modifica wikitesto]

Precedenti cariche[modifica | modifica wikitesto]

Sacks è inoltre frequente ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche, contribuendo anche a vari giornali nazionali. Ha presentato le Reith Lectures alla BBC nel 1990 sul tema La persistenza della fede.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Traditional alternatives: Orthodoxy and the future of the Jewish people (1989)
  • Tradition in an Untraditional Age (1990)
  • Persistence of Faith (1991)
  • Arguments for the Sake of Heaven (1991)
  • Crisis and Covenant (1992)
  • One People? (1993)
  • Will We Have Jewish Grandchildren? (1994)
  • Community of Faith (1995)
  • Torah Studies: Discourses by Rabbi Menachem M. Schneerson (1996)
  • The Politics of Hope (1997 revised 2nd edition 2000)
  • Morals and Markets (1999)
  • Celebrating Life (2000)
  • Radical Then, Radical Now (published in America as A Letter in the Scroll) (2001)
    • (IT) La dignità della differenza (Dignity of Difference, 2002) - Garzanti Saggi (2004), ISBN 881160029-4
  • The Chief Rabbi's Haggadah (2003)
  • To Heal a Fractured World - The Ethics of Responsibility (2005)
  • The Home We Build Together - Recreating Society (2007)
  • The Koren Sacks Siddur (2009)
  • Future Tense: Jews, Judaism, and Israel in the Twenty-first Century (2009)
  • Covenant & Conversation: A Weekly Reading of the Jewish Bible (2010)
  • The Great Partnership: God Science and the Search for Meaning (Hodder & Stoughton, 2011)
  • The Koren Sacks Rosh Hashana Mahzor (Koren, 2011)
  • The Koren Sacks Yom Kippur Mahzor (Koren, 2012)
  • The Koren Sacks Pesach Mahzor (Koren, 2013)
  • Covenant & Conversation: Leviticus, the Book of Holiness (Koren, 2015)
  • Not in God's Name: Confronting Religious Violence (Hodder & Stoughton, 2015)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gazzetta Ufficiale di Londra ed. 10/06/2005
  2. ^ (EN) Nomine alla House of Lords del 13/07/2009
  3. ^ Notizie biografiche.
  4. ^ (EN) Articolo su Philosophernet
  5. ^ (EN) Curriculum del Rabbino Capo
  6. ^ (EN) Sylvester, Rachel; Thomson, Alice. "Jonathan Sacks's solution to family breakdown". Articolo su The Daily Telegraph, 03/11/2007
  7. ^ (EN) Honorary Freemen of the London Borough of Barnet
  8. ^ (EN) Notizie BBC del 29/04/2011
  9. ^ (EN) Europeans too selfish to have children, says Chief Rabbi, in The Daily Telegraph (Londra), 05/11/2009. URL consultato il 07/05/2010.
  10. ^ (EN) Riazat Butt, Falling birth rate is killing Europe, says chief rabbi Jonathan Sacks, in The Guardian (Londra), 05/11/2009. URL consultato il 07/05/2010.
  11. ^ (EN) Articolo su Dawkins Foundation
  12. ^ (EN) Selfish culture is killing secular Europe, says Chief Rabbi, in Daily Mail (Londra), 06/11/2009.
  13. ^ (EN) The Elijah Interfaith Institute - Jewish Members of the Board of World Religious Leaders

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN94664209 · LCCN: (ENn90639549 · ISNI: (EN0000 0001 1776 2587 · GND: (DE132660539 · BNF: (FRcb12222724m (data)
Ebraismo Portale Ebraismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ebraismo