Jack Harris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jack Harris
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenerePop
Rock
EtichettaDecca Records

Christopher James Harley (Shoreditch, 3 ottobre 1951) è un cantante inglese noto per il suo lavoro con la band britannica di progressive rock The Alan Parsons Project.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Jack Harris nacque a Shoreditch, Hackney, Londra. Ha dato la voce a brani come "Day After Day (The Show Must Go On)" dell'album I Robot (1977), e il falsetto su "Pyramania" dall'album nominato al premio Grammy [1] Pyramid (1978). Capace di cantare con registri sia alti che bassi, Harris cantò anche nell'album di debutto Tales of Mystery and Imagination (1976),[2] incluso il brano con al voce baritonale accanto a John Miles nel singolo di debutto "(The System of) Dr. Tarr and Professor Fether", così come voce corale dietro Arthur Brown in "The Tell-Tale Heart".

Precedentemente fu sotto contratto come solista con la Decca Records. Regolare collaborazione con Ian Bairnson,[3] nel singolo "Sail Away", pubblicato nel 1975, fu prodotto da Alan Parsons e suonato dai membri dei Pilot. Successivamente apparve nel brano dei Pilot "Ten Feet Tall" dall'album Two's A Crowd (1977). Lo stesso anno alla fine venne ripubblicato "Sail Away".[4]

È primo cugino del calciatore Ron "Chopper" Harris.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]