Italia, America e ritorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia, America e ritorno
ArtistaLorenzo Andreaggi
Tipo albumStudio
Pubblicazione13 novembre 2020
Durata47:19
Dischi1
Tracce17
GenereMusica leggera
Pop
EtichettaEgea Music/Incipit Records
ProduttoreSergio Salaorni
RegistrazioneLarione 10
FormatiCD, download digitale, streaming
Singoli
  1. It is Christmas - É Natale
    Pubblicato: 23 dicembre 2019
  2. Va' ja, Firenze
    Pubblicato: 2 aprile 2020
  3. Il baco Gigi
    Pubblicato: 11 aprile 2020
  4. I magnifici undici
    Pubblicato: 19 aprile 2020
  5. Cosa sognano gli angeli
    Pubblicato: 27 novembre 2020

Italia, America e ritorno è il primo album in studio del cantante italiano Lorenzo Andreaggi, erede artistico designato da Narciso Parigi[non chiaro].[1] Il disco è stato pubblicato il 13 novembre 2020 dalla Egea Music.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il disco, diretto artisticamente da Narciso Parigi, contiene 17 brani cantati da Lorenzo Andreaggi e suddiviso in due atti musicali.[2] È l'album che racconta l'amicizia e il passaggio di testimone da Parigi ad Andreaggi, avvenuto a Firenze in Palazzo Vecchio il 28 novembre 2018.[1] Molte delle canzoni proposte sono state scritte dallo stesso Parigi durante la sua carriera negli Stati Uniti e in questo caso sconosciute al mercato italiano.[3] Gli artisti che partecipano insieme ad Andreaggi sono: il pianista Stefano Bollani (che introduce, intermezza e conclude l'opera con Serenata celeste), i chitarristi Saverio Lanza, Finaz e Marco Bachi della Bandabardò, l’orchestra “La Nuova Pippolese” e Antonio Aiazzi già membro dei Litfiba. Per la realizzazione dei duetti canori: Irene Grandi, il tenore Fabio Armiliato (che duetta con Andreaggi nel brano del 1944 La luna), Donatella Alamprese e il trio vocale italiano “Le Signorine”. Tutti artisti che nel corso della loro carriera hanno condiviso alcuni momenti di musica insieme a Narciso Parigi. La maggior parte degli arrangiamenti sono stati realizzati da Bruno Scantamburlo. Per il videoclip di Cosa sognano gli angeli Andreaggi calca il palcoscenico insieme a Irene Grandi, un brano scelto dalla produzione e dall’artista per accompagnare l'uscita dell'album. Il disco è stato commercializzato in edizione standard (CD e download digitale). Di particolare rilevanza è il brano Amici miei, scritto per la sigla finale dell'omonimo film di Pietro Germi.[4] Un'altra canzone scritta da Parigi per il grande schermo è Tre franchi di pietà, tratta dal film spaghetti western omonimo di Luigi Batzella del 1966. Tra i brani particolari ci sono inoltre: Ricordando Odoardo Spadaro, canzone che Parigi scrisse dopo la morte del suo maestro e amico Odoardo Spadaro, Va' ja, Firenze canzone che incita la città del fiore ad un nuovo Rinascimento,[5] Non ritornar canzone scritta per Dean Martin. Come Bonus Track è stata scelta la canzone I magnifici undici, inno per la Fiorentina che Narciso scrisse insieme a Mogol e Carlo Donida Labati per "Una canzone per la vostra squadra", festival organizzato nel 1964 dall'Assessorato al Turismo di Sanremo e da Gianni Ravera nel Teatro Ariston.[6]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Italia, America e ritorno
  1. Serenata celeste (Intro) (feat. Stefano Bollani in piano solo) – 0:39 (testo: G. Fiorelli, M. Ruccione – musica: M. G. Gili)
  2. Cosa sognano gli angeli (feat. Irene Grandi) – 3:24 (testo: Narciso Parigi, D. Masini – musica: Luciano Della Santa)
  3. Non ritornar – 2:49 (testo: Luciano Della Santa – musica: Narciso Parigi)
  4. Aquiloni (feat. Finaz: chitarra) – 3:08 (testo: Narciso Parigi – musica: Luciano Della Santa)
  5. Vivere – 3:07 (Cesare Andrea Bixio)
  6. Non baciarmi mentre guido (feat. Saverio Lanza: chitarra) – 2:53 (testo: S. Nelli, Gianfranco D'Onofrio – musica: Narciso Parigi, M. Deponti)
  7. Tre franchi di pietà – 3:16 (testo: V. Pallavicini – musica: Narciso Parigi, M. Deponti)
  8. Good night, Firenze (feat. Le Signorine - trio vocale italiano) – 3:31 (R. Nannoni)
  9. Serenata celeste (Intermezzo) (feat. Stefano Bollani in piano solo) – 3:44 (testo: G. Fiorelli, M. Ruccione – musica: M. G. Gili)
  10. It is Christmas - É Natale (feat. Donatella Alamprese) – 3:24 (testo: G. Giampiccolo – musica: G. Ciocca)
  11. Va' ja, Firenze – 4:08 (testo: Narciso Parigi – musica: F. Bravi)
  12. La luna (feat. Fabio Armiliato) – 2:49 (testo: Cavaliere – musica: Panzeri)
  13. Il baco Gigi – 2:38 (testo: S. Nelli – musica: M. Casini)
  14. Ricordando Odoardo Spadaro (feat. La Nuova Pippolese) – 3:59 (testo: D. Masini – musica: Narciso Parigi)
  15. Amici miei (feat. Antonio Aiazzi: fisarmonica) – 3:30 (Luciano Della Santa)
  16. Serenata celeste (Reprise) (feat. Stefano Bollani in piano solo) – 1:06 (testo: G. Fiorelli, M. Ruccione – musica: M. G. Gili)
  17. I magnifici undici - Canzone per la Fiorentina (Bonus Track) – 2:16 (testo: Italomario, Mogol – musica: Carlo Donida Labati)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Italia, America e ritorno, su comune.fi.it, Comune di Firenze, 23 novembre 2018.
  2. ^ Lorenzo Andreaggi: Italia, America e ritorno. Con Narciso Parigi nel cuore, su rainews.it, Rai News, 23 novembre 2020.
  3. ^ Narciso Parigi, la voce di Firenze che conquistò anche l’America, su repubblica.it, La Repubblica, 30 dicembre 2020.
  4. ^ Narciso Parigi: Le mie note per Amici Miei, su lanazione.it, La Nazione, 31 luglio 2019.
  5. ^ Risvegliati Firenze!: l’omaggio di Andreaggi a Narciso Parigi e alla città, su lanazione.it, La Nazione, 2 aprile 2020.
  6. ^ Fiorentina: Ecco I Magnifici 11, l’inno viola di Mogol e Narciso Parigi, su lanazione.it, La Nazione, 19 aprile 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

http://www.tg2.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-7883fd6b-b348-4482-9d00-1d9b4a85b4dd-tg2.html#p=0

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]