Innico I d'Avalos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stemma della famiglia d'Avalos

Don Innico I d'Avalos, anche Inigo (in spagnolo Íñigo) (... – Napoli, 1484), fu un condottiero spagnolo appartenente alla nobile famiglia dei d'Avalos.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I fratelli Iñigo, Alfonso e Rodrigo, figli di Ruy López Dávalos, conte di Ribadeo, giunsero nella penisola italiana al seguito del re Alfonso V d'Aragona, detto "il Magnanimo", asceso al trono di Napoli nel 1442, come Alfonso I di Napoli.[1].

Nel 1435 si distinse alla battaglia navale di Ponza, dove fu catturato assieme al re Alfonso I di Napoli dai genovesi.[2]

Nel 1442 risultava che Innico prestasse servizio presso il re.[3].

Famiglia e titoli[modifica | modifica wikitesto]

Fu il secondo figlio maschio di Ruy López Dávalos e della sua terza moglie Costanza de Tovar. Prima di cadere in disgrazia come sostenitore della parte perdente nelle contese dinastiche durante il regno di Giovanni II di Castiglia (1406-1454), cioè la famiglia reale del Regno di Aragona, il padre di Innico fu Connestabile di Castiglia.

Innico assunse la carica di Gran Camerlengo del Regno di Napoli nel 1449, a seguito della morte del titolare in carica, Francesco II d'Aquino e fu oggetto di una medaglia celebrativa di Pisanello. Nel 1452, sposò la nipote di Francesco, Antonella d'Aquino, grazie ad accordi intervenuti con il re Alfonso medesimo.

Dalla moglie, ottenne i feudi e i titoli di marchese di Pescara (terzo della serie creata dalla dinastia aragonese e primo della famiglia d'Avalos), conte di Loreto e di Satriano. Ottenne nel 1452 la contea di Monteodorisio. Nel 1453 ella ereditò il Marchesato del Vasto, nell'odierno Abruzzo, che avrebbe trasmesso ai suoi eredi d'Avalos.

Antonella, ultima discendente dei D'Aquino, lo rese padre di sette figli[4]:

Inigo e la sua famiglia sono sepolti nella cappella gentilizia della chiesa di Sant'Anna dei Lombardi a Napoli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN6309149198265774940009 · WorldCat Identities (EN6309149198265774940009