Raffaele Colapietra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Raffaele Colapietra (L'Aquila, 24 novembre 1931) è uno storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato docente di storia moderna presso l'Università di Salerno, dove ha insegnato fino al 1990.

Ha scritto numerosi saggi di storia sociale e sulle classi dirigenti del Mezzogiorno in età moderna e contemporanea, occupandosi, in particolare, della Napoli vicereale, di Masaniello, della transumanza, nonché dei partiti politici italiani fra XIX e XX secolo. La sua opera principale, tuttavia, consiste in un corposa biografia politica di Benedetto Croce uscita, in due volumi, tra il 1969 e il 1971.

All'Abruzzo, e alla sua città natale, ha dedicato diverse monografie, oltre a numerosi articoli pubblicati in particolare sulla «Rivista Abruzzese». Grazie al documentario Draquila di Sabina Guzzanti, in cui compare, ha avuto risalto la sua scelta, da unico aquilano, di volere continuare ad abitare nella propria casa gravemente lesionata dal sisma del 2009, per il desiderio di non abbandonare né i propri gatti né i propri libri.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Fimiani (a cura di), Raffaele Colapietra: L'uomo lo studioso il cittadino, Gruppo Tipografico Editoriale, L'Aquila 2004.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66479509 · ISNI (EN0000 0001 0858 191X · SBN IT\ICCU\CFIV\059150 · LCCN (ENn78093368 · GND (DE1050328604 · BNF (FRcb120197807 (data) · BAV ADV10003503