Il ragazzo in blu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il ragazzo in blu
O garoto vestido de azul 7.jpg
Poster pubblicitario del film (1919)
Titolo originale Der Knabe in blau
Lingua originale tedesco
Paese di produzione Germania
Anno 1919
Durata 54 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1,33 : 1
Genere drammatico
Regia Friedrich Wilhelm Murnau
Sceneggiatura Edda Ottershausen
Produttore Ernst Hofmann
Casa di produzione Ernst Hofmann-Film
Fotografia Karl Freund, Carl Hoffmann
Scenografia Willi Herrmann
Interpreti e personaggi

Il ragazzo in blu (Der Knabe in blau) è un film muto del 1919 diretto da Friedrich Wilhelm Murnau.

Il film venne distribuito anche con il titolo Der Todessmaragd (Lo smeraldo della morte).

Il regista tedesco firma con questo il suo primo lungometraggio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La vedova del produttore Ernst Hofmann ha fornito informazioni sulla trama. [1] Thomas von Weerth è l'ultimo discendente di una ricca famiglia aristocratica che vive in un castello in rovina. Nel maniero c'è un quadro, Il ragazzo in blu che ritrae un antenato, del quale Thomas è convinto di essere la reincarnazione. Il giovane del dipinto indossa un raro e misterioso smeraldo che, secondo il vecchio servitore porta disgrazia. Ma lui, grazie a un sogno, riesce a ritrovarlo. Lo attendono pericolosi incontri, incendi, furti, tradimenti e malattie...

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla compagnia Ernst Hofmann-Film e le riprese vennero effettuate nel giugno 1919 negli studi berlinesi della Saturn-Film-Atelier e a Wasserburg Vischering, Lüdinghausen (Westfalia). [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lotte H. Eisner, Murnau. Vita e opere di un genio del cinema tedesco, p. 118.
  2. ^ Pier Giorgio Tone, Murnau, p.130.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lotte H. Eisner, F. W. Murnau, Paris, Le Terrain Vague, 1964, edizione italiana: Murnau. Vita e opere di un genio del cinema tedesco, tradotto da Roberto Menin, Alet Edizioni, Padova, settembre 2010 ISBN 978-88-7520-125-8
  • Pier Giorgio Tone, Murnau, Milano, Il Castoro, 1976.
  • Luciano Berriatúa, Los proverbios chinos de F.W. Murnau, 2 voll., Filmoteca Espaňola, Madrid 1990-1992. ISBN 84-86877-06-7
  • Hana Helmut Prinzler, Murnau. Ein Melancholiker des Films, Bertz, Berlin 2003. ISBN 3-929470-25-X

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema