Gylve Fenris Nagell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Gylve Nagell)
Gylve Fenris Nagell
Nazionalità Norvegia Norvegia
Genere Black metal[1][2]
Crust punk[2][3]
Thrash metal[3]
Death metal[2][4]
Periodo di attività musicale 1987 – in attività
Strumento Voce
Chitarra
Basso
Batteria
Sintetizzatore
Tastiere
Etichetta Peaceville
Moonfog
Gruppo attuale Darkthrone
Gruppi precedenti Isengard
Neptune Towers
DHG
Storm
Valhall
Fenriz' Red Planet
Fuck You All
Strid
Vombator

Gylve Fenris Nagell, nato come Leif Nagell (28 novembre 1971[5]), è un musicista norvegese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Meglio conosciuto come Fenriz (nome derivante da Fenrir ovvero il lupo antagonista di Odino nella mitologia norrena), è un polistrumentista e paroliere norvegese noto soprattutto come batterista e occasionalmente cantante del gruppo black metal norvegese Darkthrone.

Ha fatto parte e fondato anche molti altri gruppi, fra cui gli Storm assieme a Satyr, i Valhall e i DHG, e ha fondato due progetti solisti, gli Isengard e i Neptune Towers, entrambi al momento inattivi. Nel 1999 ha anche fondato il supergruppo Eibon assieme a Phil Anselmo, Killjoy, Satyr e Maniac, ma la band si è sciolta dopo aver pubblicato una sola traccia[6]. Esercita anche l'attività di DJ con il nome di DJ Fenriz, dopo aver iniziato sotto lo pseudonimo DJ Ebola[5].

Nel 2004 ha curato la pubblicazione di una compilation intitolata Fenriz Presents... The Best of Old-School Black Metal, con tracce di Celtic Frost, Hellhammer, Venom e molti altri[6]. Ha posseduto inoltre, assieme all'altro componente dei Darkthrone Nocturno Culto, l'etichetta Tyrant Syndicate, la cui attività è terminata nel 2010[7].

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2015 è membro del Consiglio comunale di Oppegård.[8]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con i Darkthrone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Darkthrone § Discografia.

Con gli Storm[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Isengard[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Con i Neptune Towers[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Con i DHG[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Con i Fenriz' Red Planet[modifica | modifica wikitesto]

Split[modifica | modifica wikitesto]

Con i Fuck You All[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Eibon[modifica | modifica wikitesto]

Apparizioni in compilation[modifica | modifica wikitesto]

Con i Valhall[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Demo[modifica | modifica wikitesto]

  • 1988 - The Castle of Death
  • 1989 - Amalgamation

Come ospite[5][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Darkthrone Biography, Allmusic.com. URL consultato il 24 novembre 2010.
  2. ^ a b c Gianni Della Cioppa, 2010, p. 28.
  3. ^ a b (EN) Dark Thrones and Black Flags, Rockline.it. URL consultato il 25 agosto 2009.
  4. ^ (EN) Darkthrone su scaruffi.com, Scaruffi.com. URL consultato il 6 dicembre 2010.
  5. ^ a b c (EN) Fenriz Discography at Discogs, Discogs.com. URL consultato il 9 gennaio 2011.
  6. ^ a b (EN) Read more about Darkthrone, Metal-archives.com. URL consultato il 9 gennaio 2011.
  7. ^ (EN) Tyrant Syndicate, Discogs.com. URL consultato il 9 gennaio 2011.
  8. ^ (NO) Il nuovo Consiglio, oppegard.kommune.no.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN225217758 · BNF: (FRcb167473832 (data)