Grindelwald

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Grindelwald (disambigua).
Grindelwald
comune
Grindelwald – Stemma
Grindelwald – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Bern matt.svg Berna
Regione Oberland
Circondario Interlaken-Oberhasli
Amministrazione
Lingue ufficiali Tedesco
Territorio
Coordinate 46°37′32″N 8°02′00″E / 46.625556°N 8.033333°E46.625556; 8.033333 (Grindelwald)Coordinate: 46°37′32″N 8°02′00″E / 46.625556°N 8.033333°E46.625556; 8.033333 (Grindelwald)
Altitudine 1 034 m s.l.m.
Superficie 171,1 km²
Abitanti 3 740 (2015)
Densità 21,86 ab./km²
Comuni confinanti Brienz, Brienzwiler, Fieschertal (VS), Guttannen, Innertkirchen, Iseltwald, Lauterbrunnen, Lütschental, Meiringen, Schattenhalb
Altre informazioni
Cod. postale 3818
Prefisso 033
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 0576
Targa BE
Nome abitanti Grindelwalder
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Grindelwald
Grindelwald
Grindelwald – Mappa
Sito istituzionale

Grindelwald è un comune svizzero di 3 740 abitanti del Canton Berna, nella regione dell'Oberland (circondario di Interlaken-Oberhasli).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

È situato nell'Oberland bernese, ai piedi dell'Eiger nella valle della Lütschine.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Grindelwald nel 1900

Il nome Grindelwald deriva dal tedesco antico grintl (barriera) e walt (bosco)[senza fonte]. Nel XIX secolo la località si specializzò nel turismo alpino. Nel 1908 fu inaugurata la prima funivia che collegava il paese con il Wetterhorn[senza fonte] e nel 1912 furono ultimati gli scavi della Ferrovia della Jungfrau, che raggiunge la stazione Jungfraujoch[1] a 3 454 m di altitudine, ancora oggi la più alta d'Europa. A partire dalla fine degli anni 1940 si svilupparono le stazioni sciistiche del First e del Männlichen e gli impianti di risalita furono adattati alle esigenze del nascente turismo sportivo[1].

Dal 2001 una parte del comune (il monte Jungfrau) è entrata a fare parte del patrimonio dell'umanità dall'UNESCO[2]; Grindelwald è inoltre membro fondatore dell'associazione "Best of the Alps", che riunische dodici prestigiose località alpine[senza fonte].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Il turismo rappresenta il principale introito economico. In inverno Grindelwald è una rinomata stazione sciistica, mentre d'estate è una meta conosciuta per l'alpinismo. Il paese richiama da più di un secolo turisti provenienti da tutto il mondo per il panorama tipicamente alpino delle vette di Eiger, Mönch e Jungfrau[1]. Il paese è stato a lungo all'avanguardia nello sviluppo delle infrastrutture di trasporto turistico[senza fonte].

La strada principale, nei pressi della stazione

In anni recenti, l'offerta è stata diversificata sviluppando attività alternative rivolte al pubblico anziano e familiare. Sono state sviluppate reti di sentieri invernali, piste dedicate allo snowboard e piste riservate alle slitte. Rispetto ad altre località turistiche, l'impatto del turismo di massa è stato contenuto grazie all'imposizione precoce di norme per le nuove costruzioni, che devono rispettare lo stile architettonico tradizionale[senza fonte].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Funivie[modifica | modifica wikitesto]

  • First (2 168 m s.l.m.)
  • Pfingstegg (1 391 m s.l.m.)
  • Männlichen (2 225 m s.l.m.)

Impianti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

Kleine Scheidegg-Männlichen
  • 8 seggiovie
  • 5 skilift
First
  • 3 seggiovie
  • 3 skilift

Autobus di linea[modifica | modifica wikitesto]

Rete stradale[modifica | modifica wikitesto]

Grindelwald è l'unica località turistica della regione della Jungfrau raggiungibile in automobile. Attraverso una strada cantonale è collegata a Interlaken, nodo autostradale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Anne-Marie Dubler, Grindelwald, in Dizionario storico della Svizzera, 23 giugno 2008. URL consultato il 17 gennaio 2017.
  2. ^ (EN) Scheda Unesco Swiss Alps Jungfrau-Aletsch, whc.unesco.org. URL consultato il 26 dicembre 2006.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN248094491 · BNF: (FRcb12128210t (data)