GoAir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
GoAir
Logo
GoAir Airbus A320 Vyas-2.jpg
Un Airbus A320 della GoAir in fase di atterraggio presso l'Aeroporto Internazionale di Ahmedabad.
StatoIndia India
Forma societariaSussidiaria
FondazioneNovembre 2005
Fondata daJehangir Wadia
Sede principaleMumbai
GruppoWadia Group
Persone chiaveJehangir Wadia (Amministratore delegato)
SettoreTrasporto
ProdottiCompagnia aerea
Fatturato490 milioni di $ (FY2019)
Utile netto28 milioni di $ (FY2019)
Slogan«Fly Smart»
Sito web
Compagnia aerea a basso costo
Codice IATAG8
Codice ICAOGOW
Indicativo di chiamataGOAIR
Primo volo4 novembre 2005
HubDelhi
Kolkata
Bangalore
Kannur
Mumbai
Flotta47 (2019)
Destinazioni28 (2019)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

GoAir è una compagnia aerea indiana a basso costo con sede a Mumbai. Fa parte del gruppo Wadia Group. Ad ottobre 2007 è stata la quinta più grande compagnia indiana, con una quota di mercato pari al 8,4%.[1] Ha iniziato le operazioni nel novembre del 2005 ed ha una flotta esclusivamente Airbus. Ad oggi la compagnia opera oltre 230 voli giornalieri su 28 destinazioni, di cui 24 nazionali e 4 internazionali dai suoi hub a Mumbai, Delhi, Bangalore e Kolkata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

GoAir è stata fondata nel novembre 2005 da Jehangir Wadia, figlio dell'imprenditore indiano Nusli Wadia.[2] La compagnia aerea è una sussidiaria interamente controllata dal Gruppo Wadia. GoAir ha iniziato le sue operazioni utilizzando un Airbus A320 e ha operato il suo volo inaugurale da Mumbai ad Ahmedabad il 4 novembre 2005.[3] La compagnia aerea ha inizialmente introdotto un solo velivolo verso quattro destinazioni tra cui Goa e Coimbatore con piani di raggiungere i 36 aeromobili entro il 2008.[3] Nel marzo del 2008 la compagnia aerea ha rivisto i piani raggiungendo gli 11 aeromobili, con l'obbiettivo di aggiungere nuove destinazioni nel Nord Est e nel Sud dell'India entro la fine dell'anno.[3] Tuttavia a giugno, visto l'aumento dei prezzi del carburante GoAir è stat costretta a ridurre il numero di voli.[2]

La compagnia aerea ha ricevuto il suo ventesimo velivolo a giugno del 2016, rendendola idonea a operare voli internazionali.[4]

Destinazioni[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2019 GoAir opera su una rete di 28 destinazioni, 24 nazionali e 4 internazionali verso la Thailandia, le Maldive, Mascate e Adu Dhabi. La compagnia ha un totale di 230 voli giornalieri e circa 1.600 voli settimanali.[5] La compagnia aerea ha hub presso gli aeroporti di Delhi, Kolkata, Bangalore, Kannur e Mumbai.[6]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2019 la flotta di GoAir risulta così composta:[7][8]

Flotta di GoAir
Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note
Airbus A320-200 17 180
Airbus A320neo 30 114 186
Totale 47 114

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://dgca.nic.in/reports/Traffic_reports/Traffic_Rep072017.pdf[collegamento interrotto]
  2. ^ a b Mithun Roy, GoAir to drop 300 flights to reduce losses, in The Economic Times, 11 luglio 2008. URL consultato il 15 aprile 2016.
  3. ^ a b c GoAir: About us, GoAir. URL consultato il 15 aprile 2016 (archiviato il 23 marzo 2016).
  4. ^ GoAir takes delivery of its first Neo aircraft, in Live Mint, 1º giugno 2016. URL consultato il 5 giugno 2016 (archiviato il 5 giugno 2016).
  5. ^ GoAir: Destinations, GoAir. URL consultato il 16 aprile 2016 (archiviato il 2 agosto 2017).
  6. ^ Majumder, Arindam, GoAir readies foreign flight with IPO on mind, in Business Standard, 13 luglio 2016. URL consultato il 18 gennaio 2017 (archiviato il 31 gennaio 2017).
  7. ^ About Us: GoAir, GoAir. URL consultato il 1º settembre 2018.
  8. ^ GoAir Fleet details, Airfleets Aviation. URL consultato il 1º settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]