Glenn Frey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Glenn Frey
Glenn Frey nel 2008, in uno degli ultimi concerti
Glenn Frey nel 2008, in uno degli ultimi concerti
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Rock
Soft rock
Pop rock
Country rock
Periodo di attività 1966-2016
Strumento voce, chitarra, tastiere, armonica, basso
Etichetta Asylum Records, MCA Records
Gruppi e artisti correlati Eagles

Glenn Frey (Detroit, 6 novembre 1948New York, 18 gennaio 2016) è stato un cantautore, musicista e attore statunitense.

Era noto soprattutto per essere stato uno dei membri fondatori del gruppo musicale country rock degli Eagles. Durante gli anni settanta era il polistrumentista della band, così come una delle voci principali assieme a Don Henley. Prestò infatti la sua voce per celebri singoli come "Take It Easy", "Peaceful Easy Feeling", "Tequila Sunrise", "Already Gone", "Lyin' Eyes", "New Kid in Town" e "Heartache Tonight". Dopo la separazione iniziale degli Eagles nel 1980, Frey iniziò una carriera solista di successo e nel 1982 pubblicò il suo primo album, No Fun Aloud.

Come membro degli Eagles vinse sei Grammy Awards e cinque American Music Awards. Essi furono inclusi nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1998, al primo anno di nominazione. Come solista e membro del gruppo, Frey pubblicò 24 singoli che raggiunsero la Top 40 della classifica Billboard Hot 100.

Parallelamente a quella di musicista, intraprese anche la carriera di attore, facendo da comparsa in celebri serie televisive quali Miami Vice e Nash Bridges.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Frey passò gran parte della sua gioventù a Royal Oak, nel Michigan, per poi trasferirsi a Detroit. Fra le sue prime esperienze professionali nella scena musicale di questa città si può citare un'apparizione come chitarrista e seconda voce in Ramblin' Gamblin' Man di Bob Seger (1968). La collaborazione fra Frey e Seger sarebbe ripresa più volte nel corso degli anni.

Trasferitosi a Los Angeles, nel 1969 Frey formò un duo con J.D. Souther. Nello stesso periodo conobbe Jackson Browne, un altro artista con il quale Frey avrebbe collaborato a più riprese.

Nel 1971 suonò con Linda Ronstadt, e divenne poi membro fondatore degli Eagles (come chitarrista e tastierista). Frey è autore (da solo o con Don Henley) di molti dei brani più celebri del gruppo, come Tequila Sunrise, New Kid in Town, anche le celebri "Hotel California" e "Desperado".

Dopo lo scioglimento degli Eagles, negli anni ottanta Frey intraprese la carriera da solista con un buon successo. Fu autore della canzone The Heat Is On, colonna sonora di Un piedipiatti a Beverly Hills e dei brani Smuggler's Blues e You Belong to the City, inseriti nel telefilm Miami Vice, al quale peraltro il musicista partecipò in qualità di guest star nell'episodio Contrabbando della prima stagione (il cui titolo originale era proprio Smuggler's Blues).

Come attore, ebbe una parte anche nel film Jerry Maguire con Tom Cruise

A partire dall'anno 1994 ha partecipato a numerosi progetti di riunificazione degli Eagles.

Muore a New York il 18 gennaio 2016 per una complicanza dell'artrite reumatoide, di cui soffriva da tempo, all'età di 67 anni.[1]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Eagles[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia degli Eagles.

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Dondoni, Il chitarrista degli Eagles Glenn Frey è morto all’età di 67 anni, in La Stampa, 18 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN32183167 · LCCN: (ENn88649159 · ISNI: (EN0000 0000 8111 6179 · GND: (DE134377877 · BNF: (FRcb13894162m (data)