Gianluca Magi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Franco Battiato, Gianluca Magi, Gabriele Mandel "Misticismo d'Oriente e d'Occidente" (2003)

Gianluca Magi (Pesaro, 18 novembre 1970) è uno storico delle religioni, orientalista e filosofo italiano.

È autore di svariati libri, alcuni dei quali bestseller.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha insegnato Storia delle religioni in Cina e Storia della filosofia all'Università di Urbino. È docente di Storia e filosofia della religione indiana alla Facoltà di Sociologia nello stesso ateneo. Si è dedicato alla cultura orientale, e in particolare all'induismo, buddhismo, sufismo, taoismo, tantrismo studiandone, in particolare, gli aspetti psicologici (psicologia transpersonale).

Nel 1997 ha fondato, in convenzione con l'università di Urbino, la Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini[1], centro di ricerca composto da docenti universitari che si occupano di mediare il pensiero orientale e occidentale in campo filosofico e psicologico. Dal 2005 ne è il direttore scientifico e dal 2013 è affiancato nella direzione da Franco Battiato[1].

In seguito all'incontro con Franco Battiato, avvenuto nel 2003 a Rimini, in occasione della mostra pittorica "Misticismo d'Oriente e d'Occidente", ha instaurato una collaborazione con il musicista, che scrisse la presentazione de I 36 stratagemmi (Edizioni Il Punto d'Incontro)[2], libro che ottiene un grande successo di pubblico[3] (35 ristampe e tradotto in 32 Paesi) e ampia risonanza mediatica. Nel 2005 partecipa al programma televisivo Bitte, keine réclame, condotto da Battiato per la Rai, occupandosi di strategia taoista[4]. Nel 2006 ha recitato un cameo nel film di Battiato Niente è come sembra, a fianco del regista e scrittore cileno Alejandro Jodorowsky[5]. Jodorowsky ha scritto in seguito la presentazione del libro di Magi La Via dell'umorismo[6].

Molto rare sono le apparizioni televisive di Magi, che è intervenuto sporadicamente all'interno del canale Sky TG24[7].

Il suo libro, Il Gioco dell'Eroe. Le porte della percezione per essere straordinario in un mondo ordinario, con la presentazione di Franco Battiato, uscito nel maggio del 2012, sta vedendo un clamoroso successo[8].

Il suo nuovo libro, I 64 Enigmi. L'antica sapienza cinese per vincere nel mondo contemporaneo, edito da Sperling & Kupfer uscito il 14 aprile 2015, è segnalato da Wuz.it al primo posto dei libri più attesi del 2015[9]. Il giorno stesso della sua uscita balza ai primi posti della classifica dei libri più venduti[10].

Nel marzo 2016 esce Lo stato intermedio, scritto in coppia con Franco Battiato. Nel libro Magi e Battiato conversano sull'argomento rimosso dei nostri tempi: la morte. La conversazione abbraccia l'orizzonte ampio degli ambiti cari agli autori: filosofia occidentale, filosofia indiana, filosofia cinese, buddhismo, sufismo, mistica, psicologia transpersonale, esperienze ai confini della morte.

È un vegetariano dichiarato.[11].

Pensiero[modifica | modifica wikitesto]

Si è focalizzato sui modelli di pensiero asiatici per approfondirne, oltre la portata metafisica e autorealizzativa, i concetti di efficacia ed efficienza: nel libro I 36 stratagemmi declina il taoismo nei suoi aspetti di strategia psicologica; nel saggio "Le arti marziali della parola" all'interno della sua curatela del libro di Liang Shiqiu, La nobile arte dell'insulto (Einaudi) evidenzia come l'arte del combattimento diventi arte retorica e dialettica[12]; nei libri Il dito e la luna e La via dell'umorismo mostra il rilievo psicopedagogico della comunicazione metaforica e umoristica delle narrazioni buddhiste e sufi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il dharma del sacrificio del mondo, Panozzo, 1997;
  • La filosofia del linguaggio eterno, Università di Urbino, 1997;
  • Quaderno indiano, Scuola superiore di filosofia orientale e comparativa di Rimini, 2002;
  • Il dito e la luna, Il Punto d'Incontro, 2002 [introduzione di Gabriele Mandel (edizione tedesca: Der verborgene Schatz, Random House Kailash Verlag, 2009);
  • I 36 stratagemmi, Il Punto d'Incontro, 2003 (edizione tedesca: 36 Strategeme. Die chinesische Kunst der Strategie, Random House Kailash Verlag, 2009; edizione spagnola: Las 36 estratagemas. El arte secreto de la estrategia china, Obelisco Ediciones, 2009; edizione portoghese: "Os 36 Estratagemas Chineses", Esfera dos Livros, 2010);
  • Sanjiao. I tre pilastri della sapienza, Il Punto d'Incontro, 2006;
  • Liang Shiqiu, La nobile arte dell'insulto, Einaudi, 2006 [a cura di e con il saggio introduttivo di Gianluca Magi "Le arti marziali della parola", pp. 89];
  • Uscite dal sogno della veglia. Viaggio attraverso le filosofie indiane della Liberazione, Scuola superiore di filosofia orientale e comparativa di Rimini, 2008;
  • La Via dell'umorismo, Il Punto d'Incontro, 2008 (edizione tedesca:Lieber ein intelligenter Feind als ein dummer Freund, Random House Arkana Verlag, 2009);
  • La vita è uno stato mentale. Ovvero La conta dei frutti delle azioni nel mondo evanescente secondo l'insegnamento di Phalu il Kashmiro, Bompiani, 2009.
  • Kauṭilya, Il Codice del Potere (Arthaśāstra). Arte della guerra e della strategia indiana, Edizioni Il Punto d'Incontro, 2011 [traduzione dal sanscrito, commento e introduzione "Lo yoga segreto del perfetto sovrano" di Gianluca Magi] ISBN 978-88-8093-707-4.
  • Il Gioco dell'Eroe, Il Punto d'Incontro, 2012. Libro/CD con prefazione di Franco Battiato; [13]
  • I 64 Enigmi, Sperling & Kupfer, 2015.
  • Lo stato intermedio, scritto con Franco Battiato, Arte di Essere, 2016.

Contributi a opere enciclopediche[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 - Premio internazionale Letteratura “ArteSpirito”[14].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa
  2. ^ Per il titolo del suo album Dieci stratagemmi, Franco Battiato si è ispirato a I 36 stratagemmi di Gianluca Magi. Il sottotitolo dell'album "Attraversare il mare per ingannare il cielo" è il primo stratagemma dei trentasei che compongono che il libro.
  3. ^ ibs.it
  4. ^ Stralcio della quinta puntata (youtube)
  5. ^ Scena del film ove compaiono Gianluca Magi e Alejandro Jodorowsky (youtube)
  6. ^ La Via dell'umorismo, Il Punto d'Incontro, Vicenza 2008, p. 9
  7. ^ Modelli strategici cinesi ed occidentali (youtube)
  8. ^ Corriere della Sera 5 agosto 2012 (Edoardo Camurri)
  9. ^ wuz.it
  10. ^ Panorama.it (Anna Mazzone)
  11. ^ Gianluca Magi, I 64 Enigmi, Sperling & Kupfer, Milano 2015, p. 61: «Diversi anni fa, in un’intervista, mi chiesero perché sono vegetariano. La mia risposta fu molto sintetica (e la penso ancora così): Non mangio animali. Non riesco a digerire l'agonia».
  12. ^ La Repubblica 3 maggio 2006 (Michele Serra); Il Riformista 6 aprile 2006 (Luca Mastrantonio); Il Venerdì di Repubblica 26 maggio 2006 (Brunella Schisa)
  13. ^ Il Gioco dell'Eroe - Gianluca Magi
  14. ^ La Stampa 27 giugno 2014 (Il Premio è stato conferito dalle autorità della Repubblica di San Marino con la motivazione: «Lo scrittore che ha costruito – attraverso la sua produzione e l'attività della Scuola Superiore di Filosofia Orientale e Comparativa di Rimini – ponti di comunicazione tra le antiche saggezze d'Oriente e d'Occidente, attualizzandone, in teoria e in pratica, il loro messaggio filosofico, psicologico e spirituale per l'uomo contemporaneo»). Gli altri premi sono stati conferiti a: Franco Battiato (Musica), Alejandro Jodorowsky (Teatro), Franco Mussida (Arti visive), Silvano Agosti (Cinema), Massimo Gramellini (Giornalismo), Gabriele La Porta (Televisione).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN24763761 · ISNI: (EN0000 0000 4048 7037 · BNF: (FRcb135369271 (data)