Fuso orario di Kaliningrad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fusi orari della Russia:
Verde scuro Fuso orario di Kaliningrad (UTC+2).
Rosso Fuso orario di Mosca (UTC+3).
Celeste Fuso orario di Samara (UTC+4).
Giallo Fuso orario di Ekaterinburg (UTC+5).
Ciano Fuso orario di Omsk (UTC+6).
Pistacchio Fuso orario di Krasnojarsk (UTC+7).
Viola Fuso orario di Irkutsk (UTC+8).
Blu Fuso orario di Jakutsk (UTC+9).
Verde Fuso orario di Vladivostok (UTC+10).
Albicocca Fuso orario di Srednekolymsk (UTC+11).
Rosso scuro Fuso orario della Kamčatka (UTC+12).

Il fuso orario di Kaliningrad (in russo: калининградское время?, traslitterato: kaliningradskoe vremja, in inglese Kaliningrad Time, sigla USZ1) è il primo degli undici fusi orari in cui è ripartito il territorio della Federazione Russa dal 26 ottobre 2014, per effetto della legge federale del 3 giugno 2011 n. 107-F3 "Sul calcolo del tempo", così come modificata in data 21 luglio 2014.

Tale fuso orario corrisponde allo standard internazionale UTC+2 e si colloca un'ora in ritardo rispetto al fuso orario di Mosca (MSK-1). Prende nome dalla città di Kaliningrad e costituisce l'orario ufficiale dell'omonima oblast'[1].

Come tutti i fusi orari della Federazione Russa, il fuso di Kaliningrad non prevede il passaggio all'ora legale[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 2011, l'ora di Kaliningrad era identica all' Eastern European Time (UTC+02:00; UTC+03:00 in caso di ora legale). Il 27 marzo 2011, la Russia introdusse un'ora legale permanente, per la quale gli orologi sarebbero rimasti per tutto l'anno sul tempo che era stato fissato per l'estate, rendendo l'ora di Kaliningrad permanentemente fissata a UTC+3. Il 26 ottobre 2014, questa legge fu abrogata, ma l'ora legale non fu reintrodotta, così che ora l'ora di Kaliningrad è fissata in permanenza a UTC+2.

Territori compresi nel fuso orario di Kaliningrad[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Russia