Franco Forini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Franco Forini
Nazionalità Svizzera Svizzera
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Specialità Formula 3
Categoria Formula 1
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1987
Scuderie Osella
GP disputati 3 (2 partenze)
 

Franco Forini (Muralto, 22 settembre 1958) è un pilota automobilistico svizzero, che corse anche in Formula 1.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Forini cominciò la sua carriera nei kart, passando poi nel 1981 al campionato di F3 italiana. Ottenne, però, solamente un punto, frutto di un sesto posto. Contemporaneamente corse anche nel campionato europeo, pur senza brillare particolarmente.[1] L'anno seguente riuscì a conquistare la sua prima vittoria, concludendo al terzo posto in campionato. Fu, però, il passaggio alla Forti Corse, avvenuto nel 1985, a permettergli di conquistare il titolo di categoria. Lo stesso anno prese parte alla gara di Monaco di F3 concludendo secondo, alle spalle di Maurício Gugelmin.

Passato in Formula 3000 nel 1986, non riuscì a conquistare risultati di rilievo, tanto che a fine stagione si ritrovò senza un volante e la sua carriera sembrò essere a un punto morto.[1]

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1987 Franco Forini, trovò un accordo con l'Osella, per guidare una seconda vettura da affiancare eccezionalmente a quella di Alex Caffi nelle tre ultime gare europee del campionato, grazie ad alcuni sponsor portati dal pilota che poté quindi esordire in Formula 1. Debuttò al Gran Premio d'Italia, qualificandosi all'ultimo posto. In gara fu costretto al ritiro dopo ventisette giri. Destino analogo subì la sua corsa in Portogallo, mentre al Gran Premio di Spagna mancò la qualificazione.

Risultati completi[modifica | modifica wikitesto]

1987 Scuderia Vettura Flag of Brazil (1968–1992).svg Flag of San Marino.svg Flag of Belgium.svg Flag of Monaco.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Austria.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of Mexico.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
Osella FA1 Rit Rit NQ 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Dopo la Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Per il 1988 Forini si dedicò quindi al campionato di F3 tedesca, chiudendo la stagione dodicesimo. L'anno seguente tornò in F3 italiana, Wainer Corse,ma non riuscì a conquistare alcun punto. Abbandonò quindi il ruolo di pilota per dedicarsi a quello di manager della MC Motorsport.

Tornato alle corse nel 1993 prese parte al campionato svizzero di rally. Appese poi ancora una volta il casco al chiodo, prima di essere chiamato con altre vecchie glorie della Formula 1 a prendere parte a un campionato di kart nel 1998. Con l'arrivo del nuovo millennio iniziò a gestire alcuni distributori di benzina della Tamoil, [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Franco Forini - Biography, f1rejects.com. URL consultato il 26 febbraio 2012.