Francesco Stanzione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesco Stanzione
Serie A 1977-78 - Napoli vs Juventus - Pietro Paolo Virdis e Francesco Stanzione.jpg
Stanzione (a destra) al Napoli nel 1977, in contrasto sull'attaccante juventino Virdis.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1984 - giocatore
1991 - allenatore
Carriera
Giovanili
Napoli
Squadre di club1
1972-1973 Salernitana 4 (0)[1][2]
1973-1974 Orvietana ? (?)
1974-1975 Montevarchi 15 (0)
1975-1976 Teramo 35 (2)
1976-1977 Paganese 35 (4)
1977-1978 Napoli 28 (0)
1978-1981 Monza 80 (3)
1981-1982 Foggia 25 (4)
1982-1983 Teramo 21 (1)
1984-1985 Montevarchi 26 (3)
Carriera da allenatore
1990-1991BarlettaPrimavera
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Francesco Stanzione (Sant'Agata de' Goti, 21 ottobre 1953) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo libero.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ha militato in Serie A col Napoli, con cui ha disputato la stagione 1977-1978 da titolare, ottenendo 28 presenze in campionato e disputando la finale di Coppa Italia persa contro l'Inter.

Ha in seguito militato in Serie B con le maglie di Monza, con cui nella stagione 1978-1979 ha mancato la promozione in Serie A allo spareggio contro il Pescara, e Foggia. In carriera ha collezionato complessivamente 28 presenze in Serie A, e 105 presenze e 7 reti in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Montevarchi: 1983-1984
Montevarchi: 1983-1984

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vitale, p. 231
  2. ^ Francesco Stanzione, su salernitanastory.it. URL consultato il 6 novembre 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Vitale, Salernitana storia di gol sorrisi e affanni, International Printing Editore, 2010, ISBN 978-88-7868-094-4.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]