Fabio Pignatelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fabio Pignatelli
Fabio Pignatelli nel 2016.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereRock progressivo
Periodo di attività musicale1972 – in attività
Strumentobasso
Gruppo attualeGoblin Rebirth
Gruppi precedentiGoblin

Fabio Pignatelli (Roma, 30 ottobre 1953) è un bassista, compositore, arrangiatore e produttore discografico italiano. È noto per aver composto e suonato alcune delle più famose colonne sonore horror italiane per i film di Dario Argento, fra le quali il riff di tastiera di "Profondo Rosso".[1][2] Dal 2010[3] suona nei "Goblin Rebirth"[4][5] con cui ha pubblicato nel 2015 l'album omonimo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato a suonare il basso all'età di 14 anni. Nel 1973 viene chiamato da Claudio Simonetti e Massimo Morante per suonare il basso negli "Oliver": successivamente il nome della band viene cambiato in "Cherry Five" per poi diventare definitivamente "Goblin".[6] Pignatelli aveva già composto l'arpeggio principale di "Profondo Rosso", e lo aveva conservato fino a quando Dario Argento propose ai Goblin di scrivere la colonna sonora di Profondo Rosso. La sera stessa Pignatelli propose il riff al gruppo e la mattina dopo fu registrato con un organo a canne e fu riprodotto in loop usando un metodo difficoltoso; il nastro contenente la registrazione fu incollato ad anello e fatto girare per 6-7 minuti e registrato nuovamente su un multitraccia. Nel corso degli anni ha collaborato con vari artisti tra cui Claudio Baglioni, Flavia Fortunato, Antonello Venditti, Silvia Salemi, Eduardo De Crescenzo, Adriano Pappalardo, Nada, Goran Kuzminac, Amii Stewart, Giorgia e molti altri.

Discografia con i Goblin[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ terradigoblin.it, http://www.terradigoblin.it/fabio-pignatelli-basso/.
  2. ^ Copia archiviata, su witchstory.altervista.org. URL consultato il 27 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2016).
  3. ^ terradigoblin.it, http://www.terradigoblin.it/la-storia/goblin-rebirth/.
  4. ^ noisey.vice.com, https://noisey.vice.com/en_us/article/goblin-are-born-again-and-again-and-again.
  5. ^ toughriffs.weebly.com, http://toughriffs.weebly.com/interviews/interview-with-fabio-pignatelli-goblin-rebirth.
  6. ^ ondarock.it, http://www.ondarock.it/italia/goblin.htm.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]