Emanuelle nera nº 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Emanuelle nera 2)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Emanuelle nera nº 2
Shulamith Lasri e Angelo Infanti in una scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno1976
Durata91 min
Generedrammatico, erotico
RegiaAlbert Thomas
SoggettoMario Mariani
SceneggiaturaAdalberto Albertini,
Palmambrogio Molteni
ProduttoreMario Mariani
Casa di produzioneSan Nicola Produzione Cinematografica
Distribuzione in italianoIndipendenti Regionali
FotografiaGuglielmo Mancori
MontaggioJosip Duiella
MusicheDon Powell
ScenografiaAlberto Boccianti
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Emanuelle nera nº 2 è un film del 1976, diretto da Bitto Albertini con lo pseudonimo Albert Thomas.

Nonostante il titolo e il regista, Emanuelle nera nº 2 non è considerato il seguito ufficiale di Emanuelle nera. Manca infatti Laura Gemser, protagonista del primo film, messa sotto contratto da Joe D'Amato (Emanuelle nera - Orient Reportage, infatti, viene considerato il vero sequel). Per sostituirla Adalberto Albertini chiamò la sconosciuta attrice israeliana Shulamith Lasri, che in seguito non interpretò altri film.

Emanuelle Richman è una modella che perde la memoria mentre si trova a Beirut. Viene curata in una clinica dal giovane medico Paul, che a poco a poco se n'innamora. Col suo aiuto, Emanuelle inizia a ricordare il proprio passato: racconta così del padre e dell'ex marito Frank Morgan, campione di pallacanestro, ma anche d'una violenta aggressione subita da un gruppo di motociclisti bianchi col casco rosso, culminata nell'omicidio del fratello. Emanuelle inizia ad attaccarsi a Paul, che però l'allontana. Così lei si lega a Sharon, la nipote del medico che frequenta volontariamente la clinica.

Distribuzione

[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito da Indipendenti Regionali il 31 luglio 1976. Il doppiaggio fu affidato alla SAS.

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]