Elio Polimeno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Elio Polimeno (Torre del Greco, 10 agosto 1943Napoli, 8 gennaio 1998) è stato un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore con la passione del teatro, viene ricordata la sua parte del diavolo nella Cantata dei pastori, diventato famoso proprio grazie a lui. Nella pièce Polimeno ha recitato la parte di Belfagor, il diavolo che vuole a tutti i costi impedire la nascita del piccolo redentore. La sua presenza scenica è stata determinante per la riuscita dell'opera, e le sue battaglie contro l'Arcangelo Gabriele sono state un esempio di arte popolare. Elio era famoso per le sue spettacolari 'cadute' che, sul palco, davano davvero l'impressione di farlo sprofondare nelle viscere della terra.[senza fonte]

Cittadino verace di Torre del Greco, ne amava tutte le tradizioni e le culture, come la festa dei quattro altari o l'Immacolata Concezione. Polimeno recitò in alcuni film, anche se in ruoli secondari, con attori del calibro di Marcello Mastroianni, Carlo Giuffré, Michele Placido e Massimo Troisi e tra le sue interpretazioni cinematografiche viene ricordato nei film La pelle (1981) dal romanzo di Curzio Malaparte, No grazie, il caffè mi rende nervoso (1982) con Massimo Troisi e Lello Arena, Il camorrista (1986) di Giuseppe Tornatore con Ben Gazzara e Racket (1997).

Elio Polimeno è morto l'8 gennaio del 1998 a Napoli in una clinica per un attacco cardiaco avvenuto durante una operazione ad una vena del cuore all'età prematura di 54 anni. È sepolto al cimitero comunale di Torre del Greco.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • La cantata dei pastori - Andrea Perrucci - 1698
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie