Devil's Pass

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Devil's Pass
Titolo originaleDevil's Pass
Lingua originaleinglese e russo
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Regno Unito, Russia
Anno2013
Durata100 min
Rapporto1.85 : 1
Genereorrore
RegiaRenny Harlin
SceneggiaturaVikram Weet
ProduttoreSergej Bespalov, Renny Harlin, Kia Jam, Sergej Mel'kumov e Oleksandr Rodnjans'kyj
Produttore esecutivoRussell Gray e Boris Teterev
Casa di produzioneAldamisa Entertainment, K. JAM Media, Future Films, Midnight Sun Pictures e Non-Stop Productions
FotografiaDenis Alarkon-Ramires
MontaggioSteven Mirkovich
Effetti specialiMartin Astles
MusicheJurij Poteenko
ScenografiaFëdor Savelev
CostumiVarvara Avdyushko
TruccoJoe Colwell, Marina Evseenko
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Devil's Pass è film del 2013 diretto da Renny Harlin.

Girata come un falso documentario e ambientata ai giorni nostri, la pellicola basa il suo antefatto sul cosiddetto incidente del passo di Djatlov, avvenimento realmente accaduto sui monti Urali nel 1959 e tuttora avvolto in un alone di mistero.

Segnalato anche col titolo The Dyatlov Pass Incident, in Italia il film è stato distribuito solo in video da Midnight Factory con il titolo Il passo del Diavolo.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di cinque giovani studenti statunitensi ripercorre le orme di una spedizione sovietica che nel 1959 fu ritrovata inspiegabilmente sterminata sui Monti Urali. Muniti di strumentazioni e di macchina da presa, il gruppo, capeggiato dall'antropologa Holly, si avventura nell'entroterra russo, visitando alcuni luoghi toccati dalla spedizione precedente, nonché l'ospedale psichiatrico dove è rinchiuso l'unico sopravvissuto, e la taverna dove i nove escursionisti russi sostarono la notte prima di partire.

Giunti al famigerato passo Djatlov, assistono a strani avvenimenti (il ritrovamento di una lingua umana, l'eccesso di radiazioni, gli strumenti che smettono di funzionare) e il terrore inizia a serpeggiare, al punto che alcuni vogliono tornare indietro ma Holly (da sempre attratta da quel luogo) li convince a restare per non rendere vani gli sforzi fatti fino a quel momento.

Una slavina distrugge il campo uccidendo una ragazza e l'impressione che non sia stato un fenomeno del tutto naturale è subito confermata dall'arrivo troppo immediato di soccorritori che, in effetti, si rivelano non essere tali.

Holly, assieme ad altri due superstiti, si rifugia in un misterioso bunker collegato ad un laboratorio militare russo, apparentemente abbandonato. I tre, prima di assistere agli attacchi di misteriosi mutanti che uccidono il ragazzo già ferito, scoprono nel laboratorio documentazione top-secret che rimanda tra l'altro all'Esperimento di Filadelfia. I due sopravvissuti si rifugiano in un tunnel ancora più interno dove sono al riparo dai paurosi mutanti ma, di fatto, sono in trappola. La presenza di un misterioso varco, li induce a pensare che si tratti di un ponte spazio-temporale che, data la situazione disperata, vale la pena provare ad attraversare nella speranza che permetta loro di uscire.

La videocamera che li ha sempre accompagnati riprende quindi l'esterno, con due corpi riversi sulla neve che vengono recuperati da militari russi e riportati dentro al bunker. Siamo nel 1959 e i cadaveri dei due ragazzi venuti dal futuro sono attribuiti a possibili escursionisti ignoti che si unirono al gruppo di Djatlov. Spogliati e immagazzinati per essere in seguito esaminati, i due corpi mostrano evidenti segni di mutazioni.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Renny Harlin si è documentato presso gli archivi governativi di Mosca e ha maturato l'ipotesi, che traspare chiaramente dal film, che quanto accaduto nel 1959 fosse la conseguenza di un esperimento andato male che militari e governo hanno poi fatto in modo di nascondere o camuffare.

Gli esterni sono stati girati effettivamente nel nord della Russia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Passo del Diavolo - Devil's Pass (2013) - Recensione Blu-ray, Silenzio in Sala. URL consultato il 4 maggio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema