Dario Damiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dario Damiani
Dario Damiani datisenato 2018.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Circoscrizione Puglia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico MSI (fino al 1995)
AN (1995-2009)
PdL (2009-2013)
Forza Italia (dal 2013)
Titolo di studio Laurea in scienze politiche
Università Università degli Studi di Bari

Dario Damiani (Barletta, 21 giugno 1974) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal Movimento Sociale ad Alleanza Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Si avvicina al Movimento Sociale Italiano nel 1992, partecipando attivamente alla campagna elettorale per le elezioni politiche di quell'anno. Aderisce fortemente al progetto di Alleanza Nazionale, iscrivendosi al partito di Gianfranco Fini e candidandosi per la prima volta al Consiglio Circoscrizionale di Borgovilla Tempio dove viene eletto alle elezioni comunali del 1994 e riconfermato nelle elezioni comunali del 1996. Nel 1995 sottoscrive le tesi di Fiuggi che sanciscono la nascita ufficiale di Alleanza Nazionale e partecipa sempre in quell'anno, in qualità di delegato regionale, all'ultimo congresso nazionale del Fronte della Gioventù, che vede la nascita di Azione Giovani.

Fortemente attivo su tutto il territorio provinciale ricopre più volte il ruolo di dirigente della federazione di Bari sia di Azione Giovani che di Alleanza Nazionale, interessandosi in particolare alle questioni riguardanti gli enti locali e della formazione politica dei giovani amministratori. Nel 2004 viene nominato coordinatore cittadino a Barletta di Alleanza Nazionale, ruolo che ricoprirà per un anno. Candidato al consiglio comunale di Barletta alle elezioni comunali del 1997 e del 2002, risulta il primo dei non eletti.

Consigliere comunale e assessore provinciale[modifica | modifica wikitesto]

Eletto consigliere comunale di Barletta il 28 maggio 2006, diventa vice-presidente della III Commissione consiliare "Affari Finanziari" e componente della Commissione consiliare speciale sul "Porto". All'interno di Alleanza Nazionale ha ricoperto il ruolo di componente del coordinamento regionale sino al congresso fondativo del Popolo della Libertà.

Alle prime elezioni della Provincia di Barletta-Andria-Trani il 6 e 7 giugno 2009, candidato nel collegio V "Borgovilla Tempio", ottiene 1.344 voti. Il presidente eletto Francesco Ventola lo chiama a ricoprire il ruolo di assessore provinciale con delega alla programmazione economica-finanziaria e al patrimonio.

Alle elezioni amministrative del 2011 viene rieletto consigliere comunale è confermato vicepresidente della III Commissione consiliare "Affari finanziari", venendo poi riconfermato alle elezioni del 2013. Quell'anno, con la fine del Popolo della Libertà, aderisce a Forza Italia.

Senatore[modifica | modifica wikitesto]

In occasione delle elezioni politiche del 2018 approda al Senato, venendo eletto con Forza Italia nel collegio plurinominale Puglia - 01.

Diventa poi vice commissario del partito in Puglia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]