Curtiss F6C Hawk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Curtiss F6C Hawk
Curtiss F6C-1.jpg
Curtiss F6C-1 - Model 34
Descrizione
Tipoaereo da caccia
caccia imbarcato
CostruttoreStati Uniti Curtiss
Data entrata in servizio1927
Utilizzatore principaleStati Uniti US Navy
Altri utilizzatoriStati Uniti USMC
Esemplari75
Dimensioni e pesi
Curtiss F6C-4 3-view L'Aéronautique October,1927.png
Tavole prospettiche
Lunghezza6,86 m (22 ft 6 in)
Apertura alare11,43 m (37 ft 6 in)
Altezza3,33 m (10 ft 11 in)
Superficie alare23,42 (252 ft²)
Peso a vuoto900 kg (1 980 lb)
Peso max al decollo1 441 kg (3 171 lb)
Propulsione
Motoreun Pratt & Whitney R-1340 Wasp
motore radiale 9 cilindri raffreddato ad aria
Potenza410 hp (306 kW)
Prestazioni
Velocità max150 km/h (155 mph, 134 kt) al livello del mare
Velocità di salitaa 1 520 m (5 000 ft) in 2 min 30 s
Autonomia580 km (360 mi, 313 nmi)
Tangenza6 980 m (22 900 ft)
Armamento
Mitragliatrici2 Browning M1919 calibro .30 in (7,62 mm)
Notedati relativi alla vesrione F6C-4

dati estratti da United States Navy Aircraft since 1911[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Curtiss F6C Hawk fu un aereo da caccia monomotore, monoposto e biplano, sviluppato dall'azienda aeronautica statunitense Curtiss Aeroplane and Motor Company negli anni venti.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Durante gli anni venti la US Navy iniziò a valutare la necessità di dotarsi di un nuovo modello di caccia per equipaggiare le proprie basi a terra per cui, ritenendolo adatto a quel ruolo, il Bureau of Aeronautics (BuAer) emise in favore della Curtiss Aeroplane and Motor Company un ordine di fornitura per una variante, indicata dall'azienda come Model 34C, derivata dal P-1 Hawk già in servizio nel United States Army Air Corps.

Nel 1926, durante l'evasione dell'originario ordine di nove esemplari, essendo entrate da poco in servizio le portaerei Classe Lexington e necessitando di una flotta aerea che potesse essere assegnata anche alle nuove unità navali di superficie, venne deciso di valutarne le capacità operative come aereo imbarcato modificando il settimo esemplare, ridesignato per questo Model 34D. Il modello, giudicato idoneo nel ricoprire il ruolo sia da basi a terra che dalle portaerei, venne quindi avviato alla produzione in serie assegnato sia ai reparti US Navy che, nelle ultime sue varianti, al United States Marine Corps (USMC), che nelle proprie unità aeree lo utilizzò come cacciabombardiere. Ne venne realizzata in piccola serie anche una variante idrovolante a scarponi.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

L'F6C entrò in linea nel corso del 1927, andando ad equipaggiare i seguenti reparti:

  • VF-9M, reparto del United States Marine Corps basato a terra, che operò con 5 Model 34C, F6C-1 e XF6C-4.
  • VF-2 (US Navy), che operò con 4 Model 34D e F6C-2 dalla portaerei USS Langley nel periodo 1927-1930.
  • VF-5S, in seguito ridenominato VF-1B (US Navy), che assieme al VF-8M (US Marines) operò con 35 Model 34E, F6C-3 dalla portaerei USS Lexington nel periodo 1927-1930.
  • VF-2B (US Navy) che operò con 31 Model 34H, F6C-4 dalla USS Langley nel periodo 1927-1930.

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

F6C versione idrocorsa.
Il prototipo XF6C-6.
F6C-1 Model 34C
versione virtualmente identica al P-1 Hawk.
F6C-2 Model 34D
variante modificata per operare da portaerei, equipaggiata con gancio di coda.
F6C-3 Model 34E
versione modificata dell'F6C-2.
XF6C-4 Model 34H
prototipo, conversione rimotorizzata dell'F6C-1 equipaggiata con un motore radiale Pratt & Whitney R-1340 Wasp.
F6C-4 Model 34H
designazione degli esemplari di serie basati sull'XF6C-4.
XF6C-5 Model 34H
prototipo, conversione rimotorizzata dell'F6C-1 equipaggiata con un motore radiale Pratt & Whitney R-1690 da 525 hp (391 kW).
F6C-6 Model 34E
conversione destinata alle competizioni aeronautiche caratterizzata dai radiatori inclusi in fusoliera.
XF6C-6 Model 34E
conversione monoplana ad ala alta a parasole dal F6C-6 che vinse l'edizione 1930 del Curtiss Marine Trophy, caratterizzata dalla nuova ala con radiatori a sfioramento. Il velivolo venne perso per incidente di gara nel Thompson Trophy 1930 quando il suo pilota, sopraffatto dal fumo, perse il controllo del velivolo precipitando.
XF6C-7 Model 34H
laboratorio volante per lo sviluppo del motore sperimentale Ranger SGV-770C-1 12 cilindri a V rovesciata raffreddato ad aria da 350 hp (260 kW).

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti Stati Uniti

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) David Donald (ed.), The Encyclopedia of World Aircraft, New York, Barnes & Noble Books, 1997, ISBN 0-7607-0592-5.
  • (EN) Paul Eden, Soph Moeng (eds.), The Complete Encyclopedia of World Aircraft, London, Amber Books Ltd, 2002, ISBN 0-7607-3432-1.
  • (EN) Edward Eves, The Schneider Trophy Story, Shrewsbury, Airlife Publishing Ltd., 2001, ISBN 1-84037-257-5.
  • (EN) Gordon Swanborough, Peter M. Bowers, United States Navy Aircraft since 1911, 2nd edition, London, Putnam, 1976, ISBN 0-370-10054-9.
  • (EN) Michael John H. Taylor, Jane's encyclopedia of aviation, 2nd Edition, London, Studio Editions, 1989, p. 618, ISBN 0-517-10316-8.

Velivoli comparabili[modifica | modifica wikitesto]

Modelli impiegati nell'edizione 1926 della Coppa Schneider.
Italia Italia
Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti
Modello corrispondente adottato dall'US Army.
Stati Uniti Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]