Curtiss O-52 Owl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curtiss O-52 Owl
Un O-52 al National Museum dell'USAF
Descrizione
Tipo aereo da osservazione
Equipaggio 3
Costruttore Stati Uniti Curtiss-Wright
Data entrata in servizio 1940
Utilizzatore principale Stati Uniti USAAC
Altri utilizzatori URSS V-VS
Esemplari 229
Costo unitario 31 000 US $
Dimensioni e pesi
Lunghezza 8,03 m (26 ft 4 in)
Apertura alare 12,43 m (40 ft 9 in)
Larghezza 2,83 m (9 ft 3 in)
Altezza 19,55 (210,4 ft²)
Peso a vuoto 1 919 kg (4 213 lb)
Peso carico 2 433 kg (5 364 lb)
Propulsione
Motore un radiale Pratt & Whitney R-1340-51
Potenza 600 hp (447 kW)
Prestazioni
Velocità max 354 km/h (220 mph, 191 kt)
Velocità di crociera 309 km/h (192 mph, 167 kt)
Autonomia 1 127 km (700 mi, 609 nmi)
Tangenza 6 400 m (21 000 ft)
Armamento
Mitragliatrici 2 calibro .30 in (7,62 mm)
una in caccia e una brandeggiabile posteriore

i dati sono estratti da American Warplanes of WWII[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Curtiss O-52 Owl (gufo in inglese), fu un monomotore da osservazione ad ala alta prodotto dall'azienda statunitense Curtiss-Wright Corporation nei primi anni quaranta ed utilizzato principalmente dall'US Air Army Corps durante la Seconda guerra mondiale.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Nei tardi anni trenta la United States Army espresse la necessità di dotare i propri reparti di osservazione di un nuovo velivolo biposto. Interpellata dalle autorità militari la Curtiss-Wright intraprese la progettazione di un modello che potesse avere delle buone caratteristiche nella manovrabilità a bassa velocità e nella fase di atterraggio.[2]

Il risultato fu il Model 85, designazione aziendale,[2] che valutato dalla commissione esaminatrice dell'esercito venne considerato idoneo ottenendo un contratto di fornitura e la designazione ufficiale 0-52 Owl.

La produzione in serie venne iniziata nel 1939.[2]

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1940, l'Army Air Corps ordinò 203 Curtiss O-52 per missioni d'osservazione. Una volta consegnato, l'aereo venne impiegato in diverse manovre militari dell'USAAC ma, una volta entrata nel secondo conflitto mondiale, l'USAAF lo ritenne inadatto per svolgere operazioni in teatri ostili oltreoceano. L'O-52 venne così relegato a servizi di collegamento a corto raggio nei confini nazionali o anche come pattugliatore marittimo sul Golfo del Messico e su entrambe le coste oceaniche statunitensi.

L'Owl fu l'ultimo velivolo della serie "O" ad essere acquistato in gran quantità per l'aviazione statunitense essendo sostituita dalla designazione "L" (liaison-type) per gli aerei da collegamento.

Nel novembre del 1942, l'Unione Sovietica ordinò 30 O-52 avvalendosi del programma Lend-Lease. 26 Owl furono imbarcati ma giunsero ai rispettivi reparti solamente 19 esemplari.[3] Di questi, dieci entrarono in servizio attivo impiegati per la ricognizione fotografica ed il rilevamento di postazioni d'artiglieria.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Brasile Brasile
Stati Uniti Stati Uniti
URSS URSS

Esemplari attualmente esistenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Donald 1995, p. 64.
  2. ^ a b c American Aircraft of WWII, Curtiss O-52 Owl.
  3. ^ Hardesty 1991, p. 253.
  4. ^ United States Air Force Museum 1975, p. 28.
  5. ^ (EN) Curtiss O-52 Owl, su Pima Air & Space Museum, http://www.pimaair.org/index.php. URL consultato il 6 luglio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) United States Air Force Museum, Wright-Patterson AFB, Ohio, Air Force Museum Foundation, 1975.
  • (EN) David Donald, American Warplanes of World War II, London, Aerospace Publishing, 1995, ISBN 1-874023-72-7.
  • Von Hardesty, Appendixes, in Red Phoenix: The Rise of Soviet Air Power 1941-1945, Washington, D.C., Smithsonian Institution, 1991 [1982], ISBN 0-87474-510-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]