Corso Vittorio Emanuele (Nocera Inferiore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Nocera Inferiore.

Corso Vittorio Emanuele II
Corsovittorioemanuelenocerainf.jpg
Tratto del Corso
Altri nomiIl Corso, Corso vecchio
Nomi precedentiVia Stabiana, Via Nocerina
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàNocera Inferiore
QuartiereMetropolitano, Capocasale
Codice postale84014
Informazioni generali
TipoArea pedonale, Zona a traffico limitato
IntitolazioneVittorio Emanuele II di Savoia
Collegamenti
InizioPiazza Amendola
FineVia Libroia
IntersezioniPiazza Amendola, Via Origlia, Piazza del Corso, Via Giovanni XXIII, Via Nicotera, Via Barbarulo, Via Garibaldi, Via Petrosini, Via Federici, Via Vecchio Macello, Via Gramsci, Via Canger, Via Libroia, Piazzetta Pagliara, Via Gambardella
Luoghi d'interesseMonumenti funerari di piazza del Corso, Galleria del Corso, Palazzo San Matteo (biblioteca comunale), Santa Maria del Presepe, Ex- Pretura o Vecchio Carcere, Chiesa di Maria del Buon Consiglio, ex Ospedale Santa Elisabetta (uffici ASL), uffici comunali, Comando di Polizia Locale, Monastero di Santa Chiara
Mappa

Coordinate: 40°44′33.53″N 14°38′26.53″E / 40.742647°N 14.640703°E40.742647; 14.640703

La lunga via che taglia in due la città di Nocera Inferiore si è sviluppata lungo l'antico asse commerciale rappresentato dalla via regia o nocerina, che conduceva, nei tempi remoti, la città di Nuvkrinum Alafaternum al mare (Stabia e Sorrento, città facenti parte della confederazione sannitica di cui Nuceria era a capo).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In passato ha rappresentato il fulcro commerciale della città, essendo meta obbligata per gli spostamenti dal golfo di Napoli a quello di Salerno.

Orientato lungo l'asse est-ovest, nella toponomastica popolare cittadina si divide in Corso (dal quadrivio di via Garibaldi verso Nocera Superiore) e Corso vecchio (dal medesimo incrocio, verso Pagani).

Vi si sono sviluppati intorno gli antichi casali della città. Fino a metà '900, il corso comprendeva anche l'attuale Via Fucilari, come testimoniato dalla lastra marmorea ancora presente all'imbocco di suddetta strada.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il vecchio edificio noto come Vecchio Carcere che ospitava l'antico comune di Nocera Corpo
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Monumenti funerari di piazza del Corso.

Il corso ha sempre rappresentato l'arteria più importante dall'antichità per l'area di Nocera. Sull'asse del corso, oltre ai vari casali, sorgono importanti infrastrutture cittadine, quali la Biblioteca Comunale ed Archivio Storico Cittadino Raffaele Pucci, oppure il Vecchio Carcere o Palazzo pretorio e diversi uffici comunali e dell'ASL. Fiore all'occhiello del corso, sono senza dubbio il complesso archeologico in zona San Matteo, nonché l'omonima chiesa. Inoltre la zona è stata interessata da un rinnovamento negli ultimi anni che hanno portato alla creazione della Piazza e della Galleria del Corso.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Dopo lo scioglimento della città di Nocera dei Pagani, nel 1806, furono istituiti i comuni di Nocera Corpo e Nocera San Matteo (che furono sciolti e unificati nel 1834). Durante quel periodo, la via attualmente nota come Corso Vittorio Emanuele ospitò, in due edifici separati ma praticamente frontali (il palazzo pretorio noto come Vecchio Carcere e Palazzo San Matteo, l'attuale biblioteca comunale), i municipi delle due cittadine[1].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gennaro Orlando, Storia di Nocera de' Pagani, vol. III, Napoli, 1888.