Tufara di Fiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coordinate: 40°45′59.84″N 14°38′47.73″E / 40.766622°N 14.646592°E40.766622; 14.646592

Situata a nord del comune di Nocera Inferiore la tufara di Fiano è la storica cava di tufo grigio della città.

Le estrazioni[modifica | modifica wikitesto]

I principali minerali estratti dalla cava sono la breislakite, la nocerite, la hörnesite, la ralstonite e la fluosiderite. Sono presenti anche la microsommite, la mica, l'ematite di habitus aciculare e quella terrosa pneumatolitica, la fluorite, l'idrodolomite, la dolomite fluorifera e l'aragonite.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il tufo grigio di Nocera ha rappresentato uno dei principali materiali da costruzione di tutto l'Agro nocerino-sarnese.

  • Un'ulteriore testimonianza del gran lavoro che doveva esserci nelle tufare della città ci viene dalla testimonianza di Senofonte Efesio (scrittore greco vissuto, stando al lessico Suda, tra il II ed il III secolo d.C.), il quale nel suo romanzo Racconti efesii intorno ad Abracóme e Anzia, dopo varie peripezie, fa giungere il suo protagonista a Nuceria, in Campania, a lavorare nelle cave di pietra.
  Portale Agro nocerino-sarnese: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Agro nocerino-sarnese