Convenzione di Londra sugli Stretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Convenzione di Londra sugli Stretti
Turkish Strait disambig.svg
Il Bosforo (rosso), i Dardanelli (giallo) e il Mar di Marmara in mezzo, sono noti collettivamente come lo Stretti turchi. Nell'immagine vengono mostrati i confini moderni.
Firma13 luglio 1841
LuogoLondra
PartiRegno Unito Regno Unito
Flag of the Habsburg Monarchy.svg Austria
Francia Francia
Flag of the Kingdom of Prussia (1803-1892).svg Prussia
Russia Russia
Turchia Impero Ottomano
voci di trattati presenti su Wikipedia

La convenzione di Londra sugli Stretti venne conclusa il 13 luglio 1841 dalle grandi potenze europee – Russia, Gran Bretagna, Francia, Austria e Prussia – per impedire, in caso di conflitto, il passaggio di navi da guerra attraverso gli stretti del Bosforo e dei Dardanelli anche agli alleati dell'Impero ottomano. La convenzione avvantaggiò soprattutto la potenza navale britannica ai danni della Russia, che, a differenza della flotta inglese, non disponeva di un accesso diretto al mar Mediterraneo.

La convenzione di Londra sugli Stretti fu uno strumento per puntellare la sovranità dell'Impero ottomano e scongiurare il pericolo di un suo collasso.

La navigazione degli stretti sul Bosforo e dei Dardanelli è regolata dalla convenzione di Montreux del 1936.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]