Trattato di Bachčysaraj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trattato di Bachčysaraj
Data 3 gennaio 1681
Luogo Bachčysaraj, nel Khanato di Crimea
Esito Il fiume Dnepr viene riconosciuto come confine
Parti contraenti
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il Trattato di Bachčysaraj fu stipulato il 3 gennaio 1681 nella città omonima, capitale del Khanato di Crimea, a conclusione della guerra russo-turca.

L'Impero ottomano, i tartari di Crimea loro vassalli e i russi stabilirono una tregua ventennale, accettando il fiume Dnepr come demarcazione dei rispettivi territori. Fu stabilito anche che il territorio tra il Dnepr e il Bug Orientale non sarebbe stato colonizzato, che le orde Nogai mantenevano il diritto di condurre vita nomadica nelle steppe meridionali dell'Ucraina e i cosacchi dello Zaporož'e quello di pesca nel Dnepr e nei suoi tributari, di ricavarne il sale a sud e di condurre imbarcazioni sul grande fiume e il Mar Nero in cui s'immette.

Il sultano riconosceva la sovranità moscovita sulla riva sinistra ucraina e sui domini dei cosacchi di Zaporož'e, mentre la parte meridionale della regione di Kiev, la regione di Breslov e la Podolia rimanevano sotto il controllo ottomano.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]