Conferenza di pace di Trebisonda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Conferenza di pace di Trebisonda (marzo - aprile 1918) si tenne a Trebisonda fra i rappresentanti dell'Impero Ottomano e una delegazione della Repubblica Federale Democratica Transcaucasica (Dieta o Sejm della Transcaucasia). La sessione di apertura della conferenza si tenne il 14 marzo 1918. I partecipanti erano il Viceammiraglio Rauf Bey per l'Impero Ottomano, Akaki Chkhenkeli e A. Pepinov (come consigliere) per la delegazione del Transcaucaso. L'armistizio di Erzincan firmato da russi e ottomani ad Erzincan il 5 dicembre 1917 aveva concluso il conflitto armato fra Russia ed Impero Ottomano, impegnati nelle campagne di Persia e del Caucaso del teatro di guerra del Medio Oriente[1].

L'armistizio fu seguito dal Trattato di Brest-Litovsk del 3 marzo 1918, firmato dalla RSFS Russa e dagli Imperi Centrali, trattato attraverso il quale la Russia usciva dalla prima guerra mondiale.

L'Impero Ottomano e la Repubblica Federale Democratica Transcaucasica si ritrovarono a dover negoziare sui nuovi confini, una trattativa complicata dal fatto che gli ottomani consideravano la delegazione transcaucasica come dei rappresentanti dei popoli della regione e non come rappresentanti di uno stato.


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tadeusz Swietochowski, Russian Azerbaijan 1905-1920, pag. 119
Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia