Contea di Aucia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La contea di Aucia fu un feudo imperiale degli Obertenghi noto sin dal 972, corrispondente ad una parte dello Stato Pallavicino, costituito da territori tra Parma, Piacenza e Cremona. Centri importanti della contea furono Cortemaggiore (forse capoluogo della contea[1]) Monticelli,[2] Busseto e Roccabianca. Un documento informa che l'imperatore Ludovico II nell'anno 875 circa donò a sua nipote Ermengarda Curtem majorem in Placentino Comitatu, in Aucia.[3] Tra i conti dell'Aucia figura anche un certo Lanfranco, che sposò Berta, figlia di Oberto I, conte palatino.[4]

Nel XVI secolo passò sotto i Farnese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ireneo Affò, Storia della città di Parma, vol. 2, Parma, 1793.