Cima del Bonom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cima del Bonom
Cima bonom da cima guardie.jpg
Il Bonom visto dalla Cima delle Guardie
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaBiella Biella
Altezza1 877 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate45°40′45.34″N 8°01′01.56″E / 45.67926°N 8.017101°E45.67926; 8.017101Coordinate: 45°40′45.34″N 8°01′01.56″E / 45.67926°N 8.017101°E45.67926; 8.017101
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Cima del Bonom
Cima del Bonom
Mappa di localizzazione: Alpi
Cima del Bonom
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Pennine
SottosezioneAlpi Biellesi e Cusiane
SupergruppoAlpi Biellesi
GruppoCatena Monte Bo-Barone
SottogruppoCostiera Bo-Cravile-Monticchio
CodiceI/B-9.IV-A.2.b

La Cima del Bonom (sima dël Bonòm in piemontese) è una vetta delle Alpi Biellesi alta 1.877 m s.l.m. Si trova in provincia di Biella lungo lo spartiacque tra la Valle Sessera e la Valle Cervo. Sul punto culminante convergevano i confini comunali di Quittengo (oggi frazione di Campiglia), Campiglia Cervo e di una isola amministrativa montana del comune di Mosso[1] (oggi Valdilana).

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il termine bonom o bunom in piemontese significa bonaccione[2] e, per estensione, sempliciotto o persona non troppo acuta.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La montagna è evidente rilievo di rocce ed erba situato sul crinale Sessera-Cervo e si trova circa 3 km a nord-ovest del Monticchio. Verso nord è separata dalla vicina Cima delle Guardie della Bassa del Cugnolo (1.827 m). Mentre il versante nord-est si affaccia con pendenza uniforme sulla Valsessera i versanti occidentale e sud-orientale sono caratterizzati da affioramenti rocciosi e sono incisi da vari valloni tributari del Cervo a loro volta separati da costoloni, prativi a monte e coperti in basso da fitte faggete. Particolarmente rilevante è quello che punta verso sud, sul quale attorno ai 1000 metri di quota sorge Orio Mosso (frazione di Quittengo); esso prende origine da un'anticima del Bonom quotata 1.805 m e separa il vallone di Rialmosso da quello di Sassaia.[1]

Sulla cima si trova il punto geodetico trigonometrico dell'IGM denominato Cima Del Bonom (cod. 030009).[3]

Escursionismo[modifica | modifica wikitesto]

La palina dell'itinerario Mountain Fitness eretta sulla cima

È possibile raggiungere la vetta partendo dal Bocchetto di Sessera lungo la facile cresta sud-est percorsa dall'intinerario Mountain Fitness, che prosegue più a nord fino alla Cima delle Guardie.[4] La salita da Orio Mosso lungo il costolone sud, anch'esso in parte percorso da tracce di sentiero[5], è decisamente meno agevole. Dalla cima del Bonom si gode di una buona vista sulla pianura biellese e sulla Valle del Cervo.
Tutta la zona fa parte dell'Oasi Zegna, nata nel 1993 per tutelare e valorizzare l'area montana compresa tra Trivero e il Bo.[6]
La montagna è anche raggiungibile con le ciaspole.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  2. ^ Lese & scive piemunteis - Vocabolario base Piemontese/Italiano, La Losna - Associassiun cultüral piemunteisa, on-line in .pdf su www.piemunteis.it[collegamento interrotto] (consultato nel gennaio 2009)
  3. ^ Punti Geodetici, servizio dell'IGM on-line su www.igmi.org Archiviato il 5 giugno 2012 in Internet Archive. (consultato nell'ottobre 2010)
  4. ^ I sentieri mountain fitness, Oasi Zegna, on-line in .pdf su www.mountainfitness.org (consultato nel gennaio 2009)
  5. ^ Carta dei sentieri della Provincia di Biella 1:25.00, Provincia di Biella, 2004
  6. ^ Sito ufficiale dell'Oasi Zegna www.oasizegna.com Archiviato il 23 dicembre 2008 in Internet Archive.(consultato nel gennaio 2009)
  7. ^ Salita alla Cima del Bonom con le ciaspole, video su www.youtube.com (consultato nel febbraio 2010)

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]