Chris Tucker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chris Tucker nel 2012

Christopher "Chris" Tucker (Atlanta, 31 agosto 1971) è un attore, comico e cabarettista statunitense, conosciuto principalmente per il ruolo di James Carter nella trilogia Rush Hour.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo ruolo di spicco che ottiene è nel film Ci vediamo venerdì (1995), dove è coprotagonista insieme ad Ice Cube, dopo di che recita in importanti pellicole come Traffico di diamanti (1997) con Charlie Sheen e Il quinto elemento (1997) con Bruce Willis.

Tuttavia, la popolarità per Tucker arriva soltanto grazie al poliziesco Rush Hour (1998), dove recita al fianco di Jackie Chan nel ruolo di una coppia di poliziotti completamente diversi tra loro. Il film ottiene un ottimo successo, e Tucker viene confermato per recitare anche nei due sequel della pellicola Colpo grosso al drago rosso - Rush Hour 2 (2001) e Rush Hour - Missione Parigi (2007).

Nonostante sia apparso relativamente in pochi film, Tucker ha firmato un contratto con la New Line Cinema che per 40 milioni di dollari, si è assicurata la partecipazione dell'attore in almeno due film, uno dei quali è stato Rush Hour 3, rendendo di fatto Tucker uno degli attori più pagati a Hollywood, alla pari con i ben più famosi Brad Pitt, Denzel Washington, Tom Cruise e Will Smith, che guadagnano 20 milioni a film[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Chris Tucker è stato doppiato da:

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Ha partecipato al videoclip di You Rock My World di Michael Jackson. I due erano ottimi amici e Chris ha reso spesso tributo al cantante nella saga di film di Rush Hour, imitandone le movenze di danza e cantando Don't Stop 'Til You Get Enough in Colpo grosso al drago rosso - Rush Hour 2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ All News March 2012 - MovieWeb.com[collegamento interrotto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2669588 · ISNI (EN0000 0000 7839 942X · Europeana agent/base/61817 · LCCN (ENno99025087 · GND (DE1046973967 · BNF (FRcb140212614 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no99025087