Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Blame!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blame!
ブラム!
(Buramu!)
Blame copertina 9.jpg
Copertina del manga
Genere fantascienza
Manga
Autore Tsutomu Nihei
Editore Kōdansha
Rivista Afternoon
Target seinen
1ª edizione 1998 – 2003
Tankōbon 10 (completa)
Editore it. Panini Comics - Planet Manga
OAV
Blame!
Studio e-records, Group TAC
1ª edizione 2003
Episodi 7 (completa)
Durata 6'
Durata ep. 6'
Rete it. Neko TV (trasmissione non legittima)
1ª edizione it. 30 novembre 2011

Blame! (ブラム! Buramu!?) è un manga scritto, disegnato e inchiostrato da Tsutomu Nihei, e pubblicato in Italia da Planet Manga. Dal fumetto è stata tratta una miniserie ONA di sette episodi nel 2003, Netflix ha prodotto un adattamento cinematografico in animazione 3D, uscito sulla sua piattaforma streaming il 19 maggio 2017.[1]

Trama e ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

L'universo di Blame! è un mondo inumano: un'enorme sequenza di livelli, enormemente estesi sia in orizzontale sia in verticale. Il protagonista è Killy, un individuo solitario, armato solo di una piccola ma letale pistola. Il suo obiettivo è di trovare esseri umani che possiedono i cosiddetti geni della rete terminale. Si tratta di geni o marcatori genetici che consentono a chi li possiede di accedere alla rete. Nella sua ricerca Killy sarà ostacolato dagli esseri di silicio, creature tecnorganiche, anch'essi alla ricerca di un terminale genetico che gli consenta di entrare nella rete. Un altro mortale pericolo è costituito dalle Safeguard, esseri che costituiscono il sistema di protezione della rete e che uccidono senza alcuna pietà gli esseri umani senza il gene terminale e, in generale, chiunque tenti di accedere abusivamente alla rete.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Killy: il protagonista, armato solo della sua pistola e di una notevole forza. È un tipo misterioso e parla pochissimo. Si suppone sia una safeguard particolare.
  • Cibo (nella prima edizione italiana viene erroneamente chiamata Tsubo): nel 2° numero diventa amica e compagna di viaggio di Killy. È una scienziata.
  • Maeve e Ivy: questi due cyborg sono degli Esseri di silicio, creature mostruose che mostrano ben poca amicizia nei confronti di Killy.
  • Sanakan: una piccola ragazza che Killy e Cibo incontreranno lungo il loro viaggio, si rivelerà ben presto essere assai diversa da come appare inizialmente...
  • Pescatori degli Elettrosilos: un popolo pigmeo (o forse sono Killy e Cibo ad essere troppo grandi?) che aiuteranno Killy nel loro viaggio verso la East Asia Industry.
  • Mancyborg: le I.A. di controllo della East Asia Industry.
  • Dhomochevski e Iko: safeguard speciali, come Killy, incaricate di proteggere gli esseri umani della loro megastruttura, ora deserta. Dopo un contrasto iniziale si alleeranno a Killy e Cibo.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Kumoi: viene da Yakima ed è un po' strano. Si occupa di Yaki. Incontra Killy durante il suo viaggio e gli indica un lungo ponte verso Yakima.
  • Yaki: viene da Yakima.
  • Nami: tratta i viveri portati da Tesshan e chiede a quest'ultimo di portare Killy a Kaito.
  • Tesshan (soprannominato Tesshi): trasporta merci. In particolare trasporta Avviziti verso Kaito per i tecnici della Elettro-vite. Da un passaggio a Killy verso Kaito e muore ucciso dagli Avviziti durante il viaggio.
  • Yosho: navigatore non umano (almeno non completamente) di Tesshan. Muore ucciso da Killy.
  • Saki: trasportatore merci come Tesshan. Non compare mai, ma Killy e Tesshan trovano il suo cargo distrutto durante il loro viaggio verso Kaito.
  • Il presidente: essere gigantesco tecnologicamente connesso. Governa la Fabbrica delle Elettro-viti e probabilmente tutta Kaito. Viene ucciso da Killy.

Razze e creature[modifica | modifica wikitesto]

L'universo di Blame! è ricco di numerose razze oltre a numerosi personaggi artificiali o semi-artificiali.

  • Tecno Nomadi: sono braccati dai Limitatori e dai Governatori.
  • Limitatori
  • Governatori: in principio conosciuti come "gli scartati" attaccano chiunque senza una vera ragione apparente.
  • Costruttori: automi senza controllo che continuano a costruire ed espandere i livelli.
  • Avvizziti: popolo quasi indigeno. Estremamente forti non comunicano con gli estranei e sono armati di lance ondulate.
  • Popolo di Kaito e dintorni: sono una specie umana più alta del normale di circa il doppio, tanto che credono che Killy sia un ragazzino.

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

  • Yakima: città di Kumoi e Yaki
  • Kaito (detta "Città degli ammassati"): città dove si trova la Fabbrica delle Elettro-viti, governata dal Presidente. La popolazione è composta per la maggior parte di Operai sfruttati dagli scienziati della fabbrica.

Edizioni del manga[modifica | modifica wikitesto]

In Giappone la serie fu pubblicata da Kodansha sulla rivista Aftermoon dal 1998 al 2003 ed in seguito raccolta in 10 tankōbon.

In Italia è stata la prima opera pubblicata sulla testata Planet 2000 (collana della Planet Manga) dall'aprile 2000 al novembre 2004. Su forum di discussione dedicati ci sono stati dibattiti relativi alla qualità della traduzione delle prime edizioni dell'opera: precisamente si parlava di diversi dialoghi palesemente errati e privi di senso.[senza fonte] Il manga è stato successivamente ristampato, sempre da Planet Manga, da ottobre 2011 a luglio 2012 in una riedizione in 5 volumi di grande formato con una traduzione riveduta e corretta.

Negli Stati Uniti è stato pubblicato dalla Tokyopop.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

ONA[modifica | modifica wikitesto]

Una serie di brevi cortometraggi animati, lunghi circa 6 minuti, è stata prodotta e distribuita nel 2003, con il titolo Blame! Ver.0.11: inizialmente sei episodi sono stati pubblicati come ONA, ed in seguito l'opera è stata riedita in DVD come OAV aggiungendo un settimo episodio inedito. Tale serie è tutt'altro che chiarificatrice della trama: gli episodi infatti traspongono solo alcuni spezzoni del manga e non l'intera storia. L'opera è stata realizzata in maniera molto sperimentale, con inquadrature molto innovative e musiche e sfondi particolari.

La serie è ufficialmente inedita in Italia. Alcuni degli episodi sono stati trasmessi su NekoTV dal 30 novembre 2011, in lingua originale con sottotitoli in italiano: si trattava, però, di un fansub utilizzato illecitamente ed all'insaputa dei realizzatori, che ne hanno poi chiesto la rimozione, avvenuta circa un mese dopo.[2]

Titoli degli episodi[modifica | modifica wikitesto]

  • Log 1: megastructure
  • Log 2: silicon creature
  • Log 3: net sphere
  • Log 4: Tochikyoku
  • Log 5: Killy
  • Log 6: Cibo
  • Extra Log: Collapsed Data (extra presente sul DVD)

Film anime[modifica | modifica wikitesto]

Un lungometraggio animato in CGI è stato annunciato da vari anni, ma la sua realizzazione è stata spesso rimandata. Alla fine la trasposizione è stata confermata a novembre 2015: il film, diretto da Hiroyuki Seshita, scritto da Tsutomu Nihei e Sadayuki Murai ed animato da Polygon Pictures, è stato distribuito da Netflix il 19 maggio 2017 anche doppiato in italiano.[1][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b 劇場アニメ「BLAME!(ブラム)」 on Twitter, twitter.com. URL consultato il 18 settembre 2016.
  2. ^ nipponart.org, AVVISO IMPORTANTE: Neko TV e la trasmissione illegittima dei fansub :: -= Kanjisub.com FanSub ken'eki-kikan =-, su www.kanjisub.com. URL consultato il 03 ottobre 2016.
  3. ^ BLAME! Anime Film's English-subtitled Teaser Video Previews All-new Story, animenewsnetwork.com. URL consultato il 03 ottobre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga