Beppe Ciardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
In riva al mare, 1920

Giuseppe Ciardi più noto come Beppe (Venezia, 18 marzo 1875Quinto di Treviso, 14 giugno 1932) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del pittore Guglielmo Ciardi e di Linda Locatelli, era fratello di Emma Ciardi, anch'ella pittrice. Portò avanti parallelamente lo studio dell'arte, con il padre, e quello per le scienze naturali all'Università di Padova. Si iscrisse poi all'Accademia di belle arti di Venezia, dove ebbe come maestro Ettore Tito. Si specializzò nel paesaggismo e nello studio della figura, divenendone uno dei principali interpreti veneti del primo novecento. Partecipò a moltissime esposizioni in Italia e in Europa, come l'Esposizione internazionale di Monaco (1901), e l'Esposizione internazionale di San Francisco. Nel 1912 era presente alla Biennale di Venezia con una esposizione personale.

Nonostante una carriera non troppo lunga, Beppe Ciardi riuscì a realizzare una copiosa produzione artistica, che oggi gode di buona considerazione da parte del mercato.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Parronchi, Stefano Zampieri (curatore scientifico), Beppe Ciardi: catalogo generale delle opere, Allemandi, Torino 2019.
  • I Ciardi. paesaggi e giardini (catalogo della mostra, Conegliano 2019) a cura di F. Lugato, G. Romanelli, S. Zampieri, Marsilio, Venezia 2019.
  • Giuseppe Luigi Marini, Il valore dei dipinti dell'Ottocento, Torino, Allemandi editore, 2005.
  • Nicola Pezzella, Beppe Ciardi e la sua famiglia a Quinto sul Sile, Treviso, Editrice Storica, 2015. ISBN 9788896674376.
  • Laura Casone, Beppe Ciardi, catalogo online Artgate della Fondazione Cariplo, 2010, CC-BY-SA.
  • Paolo Campopiano, Una vita per la pittura. Mostra antologica a Cà dei Carraresi Treviso - 1989
  • Ciardi Emilia, La mia vita in quella di Beppe Ciardi. Confidenze, Milano, Ariel 1930

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95855809 · ISNI (EN0000 0000 6832 8441 · SBN IT\ICCU\CFIV\103543 · GND (DE1037147472 · ULAN (EN500028211 · BAV ADV12635224