Auditore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Auditore
comune
Auditore – Stemma Auditore – Bandiera
Auditore – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Marche.svg Marche
ProvinciaProvincia di Pesaro e Urbino-Stemma.png Pesaro e Urbino
Amministrazione
SindacoGiuseppe Zito (lista civica) dal 27-5-2013
Territorio
Coordinate43°49′16.57″N 12°34′19.56″E / 43.821269°N 12.5721°E43.821269; 12.5721 (Auditore)Coordinate: 43°49′16.57″N 12°34′19.56″E / 43.821269°N 12.5721°E43.821269; 12.5721 (Auditore)
Altitudine373 m s.l.m.
Superficie20,64 km²
Abitanti1 549[1] (30-4-2017)
Densità75,05 ab./km²
FrazioniCasinina, Castelnuovo
Comuni confinantiGemmano (RN), Mercatino Conca, Montefiore Conca (RN), Sassocorvaro, Tavoleto, Urbino
Altre informazioni
Cod. postale61020
Prefisso0722
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT041003
Cod. catastaleA493
TargaPU
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Cl. climaticazona E, 2 290 GG[2]
Nome abitantiauditoresi
Patronosan Nicola da Tolentino
Giorno festivo10 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Auditore
Auditore
Auditore – Mappa
Posizione del comune di Auditore nella provincia di Pesaro e Urbino
Sito istituzionale

Auditore (L'Auditór in dialetto gallo-piceno[3]) è un comune italiano di 1 549 abitanti della provincia di Pesaro e Urbino nelle Marche.

In seguito a referendum popolare del 2 dicembre 2018, si è avviata la procedura di unificazione al comune di Sassocorvaro.[4]

Panorama di Casinina

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale fa parte di quel settore basso-collinare e poco distante dalla costa che nelle Marche pesaresi interne e Romagna meridionale è caratterizzato da condizioni climatiche di tipo più mediterraneo rispetto alle retrostanti aree subappenniniche, come risulta anche dalla presenza, nella flora spontanea, di alcune piante mediterranee che mancano nelle aree interne affini per costruzione litologica. Il paesaggio è caratterizzato dalla presenza di forme dolci, con basse colline arrotondate intercalate da ampi avvallamenti, anche se talora non mancano aspri rilievi dovuti all'alternanza di substrati argillosi e arenacei[5].

Il territorio comunale comprende un'exclave, identificabile nella frazione di Castelnuovo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi abitanti di Auditore, anticamente Lauditorio o simili, erano probabilmente in gran parte di origine gallica, ricadendo l'area nella Regione romana denominata Umbria et Ager Gallicus che comprendeva parti delle odierne Umbria, Romagna e Marche a nord del fiume Esino. Essi hanno lasciato un sostrato antropico e reperti (corredi ceramici domestici) sufficienti per individuare un orizzonte cronologico preromano compreso tra VI e IV sec. a.C. Dopo la battaglia del Sentino nel 295 a.C., l'apertura della via Flaminia (220 a.C.) e l'inizio della colonizzazione romana con la fondazione delle colonie di Ariminum (Rimini) nel 268 a.C. e Pisaurum (Pesaro) nel 184 a.C. diede il via alla romanizzazione della vallata del fiume Foglia le cui tracce sono visibili nei campi intorno ad Auditore[5]. Auditore è un Comune di confine, tra Marche e Romagna, tra Pesaro e Urbino e Rimini che, come gli altri Comuni delle vallate del Foglia e Conca ha un saldo punto di riferimento socio-economico e culturale non solo in Pesaro e nel Montefeltro ma anche nelle vicine città romagnole. Il Comune è, non a caso, parte della Diocesi di Rimini e la lingua locale è una variante dialettale pesarese-urbinate della lingua romagnola così come anche riconosciuto da uno studio CNR.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo storico di Auditore comprende il castello con la torre civica (XV secolo), la chiesa Santo Spirito e santuario dei 12 Apostoli, custode della Statua di San Nicola patrono di Auditore. Poco fuori le mura Piazza Dante Alighieri e il suo belvedere. Presenti anche il Monumento ai caduti di Auditore della I e II guerra mondiale e l'Anfiteatro.

Nella frazione di Casinina sono presenti, oltre al Santuario di Santa Rita, l'importante museo della Linea Gotica.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1º dicembre 1986 23 maggio 1990 Lucio Venerucci Partito Comunista Italiano Sindaco
24 maggio 1990 23 aprile 1995 Lucio Venerucci Partito Comunista Italiano
Partito Democratico della Sinistra
Sindaco
24 aprile 1995 13 giugno 1999 Luisella Carloni Centro-sinistra Sindaco
14 giugno 1999 13 giugno 2004 Luisella Carloni Centro-sinistra Sindaco
14 giugno 2004 7 giugno 2009 Rosa Bruna Stella Centro-sinistra Sindaco
8 giugno 2009 30 gennaio 2013[7] Paolo Venerucci Cittadini uniti per rinnovare Sindaco
31 gennaio 2013 26 maggio 2013 Silvia Montagna Commissario prefettizio
27 maggio 2013 10 giugno 2018 Giuseppe Zito M5S Sindaco
11 giugno 2018 in carica Giuseppe Zito M5S Sindaco

Fonte: Ministero dell'Interno[8].

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio a 11[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio A.S.D. Casinina, milita in seconda categoria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 47.
  4. ^ Francesco Pierucci, Referendum, Sassocorvaro e Auditore diventano un solo Comune -, su www.ilrestodelcarlino.it. URL consultato il 5 dicembre 2018.
  5. ^ a b Girolamo Allegretti, Auditore (PDF), Auditore, Comune di Auditore, 2008.
  6. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Dimissioni della metà più uno dei consiglieri comunali
  8. ^ Anagrafe degli amministratori locali e regionali, su Dipartimento per gli affari interni e territoriali, 23 febbraio 2017. URL consultato il 5 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marche