Arteria collaterale ulnare inferiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arteria collaterale ulnare inferiore.
Gray526.png
Schema delle anastomosi intorno all'articolazione del gomito. L'arteria collaterale ulnare inferiore è al centro e verso destra.
Gray529.png
Arterie del retro dell'avambraccio e della mano. L'arteria collaterale ulnare inferiore è indicata in alto a sinistra.
Anatomia del Gray subject #150 592
Sistema Apparato circolatorio
Origine arteria brachiale

L'arteria collaterale inferiore ulnare (conosciuta anche con il nome di arteria anastomotica magna) è una arteria di piccolo calibro, un ramo collaterale dell'arteria brachiale, che nasce circa 5 centimetri sopra l'articolazione del gomito.

Decorso[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver preso origine dall'arteria brachiale, circa 5 c. superiormente alla piega del gomito, il vaso passa medialmente sulla brachiale stessa, e perforando il setto intermuscolare mediale, si snoda intorno alla faccia posteriore dell'omero tra il tricipite brachiale e l'osso stesso. L'arteria si anastomizza con l'arteria collaterale media e con l'arteria brachiale profonda, formando un'arcata vascolare sopra la fossa olecranica.

Rami ed anastomosi[modifica | modifica sorgente]

Mentre il vaso si trova sulla brachiale, dà rami arteriosi che risalgono a collegarsi con l'arteria collaterale ulnare superiore. Altri rami invece disccendono davanti all'epicondilo mediale, per anastomizzarsi con l'arteria ulnare anteriore ricorrente. Dietro l'epicondilo mediale nasce spesso un ramo che entra in anastomosi con l'arteria collaterale ulnare superiore e l'arteria ulnare posteriore ricorrente.

Galleria di immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Giuseppe Anastasi, Giuseppe Balboni, Pietro Motta. Trattato di Anatomia umana. Edi-ermes (2006), Milano. ISBN 88-705-1285-1

anatomia Portale Anatomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anatomia