Arjen Anthony Lucassen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arjen Anthony Lucassen
Arjen Anthony Lucassen nel 2006
Arjen Anthony Lucassen nel 2006
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Genere Opera rock[1]
Heavy metal[1]
Progressive metal[1]
Periodo di attività 1980 – in attività
Strumento voce, chitarra, basso, mandolino, banjo, lap steel guitar, tastiera, sintetizzatore, organo Hammond, batteria, dulcimer, percussioni
Etichetta Inside Out Music
Gruppo attuale Ayreon, Star One, Guilt Machine, The Gentle Storm
Gruppi precedenti Bodine, Vengeance, Ambeon, Stream of Passion
Album pubblicati 25
Studio 22
Live 2
Raccolte 1
Gruppi e artisti correlati Andi Deris, Anneke van Giersbergen, Avantasia, Bob Catley, Bruce Dickinson, Cristina Scabbia, Daniel Gildenlöw, Derek Sherinian, Devin Townsend, Ed Warby, Fabio Lione, Fish, Floor Jansen, Gary Hughes, George Oosthoek, Hansi Kürsch, James LaBrie, John Wetton, Jordan Rudess, Jørn Lande, Keith Emerson, Marco Hietala, Marcela Bovio, Mikael Åkerfeldt, Mike Baker, Neal Morse, Phideaux Xavier, Ralf Scheepers, Robby Valentine, Robert Westerholt, Russell Allen, Sharon den Adel, Simone Simons, Stephen van Haestregt, Steve Lee, Timo Kotipelto, Tobias Sammet, Tom S. Englund, Tomas Bodin, Tommy Karevik
Sito web

Arjen Anthony Lucassen (Hilversum, 3 aprile 1960) è un polistrumentista e cantautore olandese, fondatore di numerosi progetti musicali quali Ayreon, Star One e Stream of Passion.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lucassen è un polistrumentista. Nelle sue composizioni suona una buona varietà di strumenti, principalmente chitarre dalla classica all'acustica e soprattutto quella elettrica. Suona anche il flauto e il sintetizzatore, spesso canta.

Il genere musicale che lo contraddistingue non è unitario. Prende spunto dal progressive metal, ma le influenze che convergono nello stile di Lucassen sono molte.

Grazie al proprio talento egli è un musicista professionista, assai abile anche negli aspetti tecnici. Possiede una forte propensione al coniugare e dirigere vari artisti, anche di stile o matrice differente, resa evidente dal successo del progetto Ayreon. Proprio tale "modus operandi", punto di forza quando si considera il lavoro in sé, diviene un ostacolo nell'arrangiamento e nell'organizzazione di esibizioni dal vivo. Raramente è possibile assistere ad un Lucassen "versione live", nonostante talvolta sia accaduto (ad esempio i tour dei progetti Star One e Stream of Passion).

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

Come Ayreon[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
Raccolte

Con gli Ambeon[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Star One[modifica | modifica wikitesto]

Con gli Stream of Passion[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
Album dal vivo

Con i Guilt Machine[modifica | modifica wikitesto]

Con i The Gentle Storm[modifica | modifica wikitesto]

Altre collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Eduardo Rivadavia, Arjen Anthony Lucassen su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 12 agosto 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN58904765 · LCCN: (ENno2008147938 · ISNI: (EN0000 0001 1461 495X · GND: (DE135274117 · BNF: (FRcb140540492 (data)