Aquarius 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Aquarius 2
Aquarius (alt Meerkatze) (Ship) 04 by-RaBoe 2012.jpg
Descrizione generale
Flag of Panama.svg
Tiponave di ricerca e soccorso
ArmatoreHempel Shipping GmbH
ProprietàAquarius GmbH & Co. KG
Registro navaleDNV-GL
Porto di registrazionePanama
Identificazionenominativo internazionale ITU:
Three
3
Foxtrot
F
Mike
M
Lima
L
Five
5
(Three-Foxtrot-Mike-Lima-Five)
numero MMSI: 355856000
numero IMO: 7600574
Utilizzatore principaleorg. non governativa
SOS Méditerranée
Ordine30 dicembre 1975
CostruttoriLürssen
CantiereBrema, Germania
Costruzione n.13453
Impostazione9 giugno 1976
Varo19 novembre 1976
Completamento9 dicembre 1977
Nomi precedentiMeerkatze
(09/12/1977 - 01/05/2009)
Aquarius
(01/05/2009 - ??/09/2018)
Caratteristiche generali
Stazza lorda1 812 tsl
Stazza netta544 tsn
Portata lorda611,08 tpl
Lunghezza(fuori tutto) 77,01 m
(tra le p.p.) 66,68 m
(gallegg. est.) 68,33 m
Larghezza11,75 m
Pescaggio(max) 5,78 m
PropulsioneDiesel-elettrica
2 × Siemens AG Dynamowerk IP 4330-2 DM 04
Velocità15 nodi (28 km/h)

voci di navi mercantili presenti su Wikipedia
Nave vigilanza pesca Meerkatze (BLE)

Aquarius 2 è una ex nave oceanografica[1][2] impiegata per la ricerca e soccorso in mare (SAR) dalla organizzazione non governativa internazionale SOS Méditerranée in collaborazione con Medici senza frontiere.

Attualmente batte bandiera panamense anche se il 22 settembre 2018 le autorità panamensi hanno informato ufficialmente Jasmund Shipping, il proprietario della nave, della richiesta delle autorità italiane di escludere l' imbarcazione dal proprio registro navale. Il giorno 23 settembre 2018 Panama ha avviato le procedure per cancellare la Aquarius 2 dal proprio ente di classificazione.

Dall'inizio del 2018 Aquarius ha salvato circa 2.100 persone[3].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Aquarius 2 è stata costruita nel cantiere di P. Lürssen con il numero di scafo 13453. La posa della chiglia è avvenuta il 9 giugno 1976 e il varo il 19 novembre 1976. La nave è stata poi completata il 9 dicembre 1977.

La nave ha operato con il nome di Meerkatze per l'Istituto federale per l'agricoltura e l'alimentazione come mezzo di controllo dell'attività di pesca (Fischereischutzboot).

Classificata dal Germanischer Lloyd (GL) come classe di rompighiaccio E2 ed utilizzata principalmente nel Mare del Nord centrale e nell'Atlantico settentrionale. Grazie alla sua progettazione, la nave era eccezionalmente idonea alla navigazione anche in condizioni di tempo avverso. Nell'aprile 2009 è stato messa fuori servizio e sostituita con un nuova nave omonima Meerkatze II (ex nave da ricerca alieutica Anton Dohrn).

Dopo essere stata dismessa, la nave fu acquistata dalla società di navigazione RS Research Shipping (oggi Jasmund Shipping) di Brema, a cui venne consegnata il 2 aprile 2009 e successivamente ripristinata. Con il nome di Aquarius passò sotto la bandiera di Gibilterra come nave d'ispezione privata di nuovo in funzione.[4] Fino alla fine del 2015 era in viaggio verso i giacimenti petroliferi o utilizzata per la posa di cavi marini e nel settore dell'energia eolica. L'ultima volta è stato a Mukran, a Rügen, il porto d'origine dell'armatore di Lietzow Christoph Hempel. Per il momento, la loro ultima missione come nave di rilevamento ha portato l'Aquarius al largo della costa siberiana nel tardo autunno 2015.[5]

La nave è stata noleggiata dal febbraio 2016 dall'organizzazione umanitaria SOS Méditerranée. Durante le missioni coordinate dal centro italiano di soccorso MRCC di Roma, la nave Aquarius di stanza in Sicilia ha pattugliato le acque intorno a Lampedusa e vicino alla costa libica. Già nel 2016, la nave ha prestato soccorso nel Mediterraneo a più di 10.000 persone in mare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Precedentemente classificata come tale nel registro di Gibilterra come Aquarius e già utilizzata dalla Guardia costiera tedesca con il nome di Meerkatze, letteralmente: "Gatto di Mare".
  2. ^ Migrant rescue ship Aquarius to be stripped of Gibraltar registration
  3. ^ Dall'inizio del 2018 Aquarius ha salvato circa 2.100 persone
  4. ^ MV AQUARIUS, Infos zum Schiff auf der Website des Bereederungsunternehmens (Jasmund Shipping GmbH).
  5. ^ „Aquarius“ startet zur Rettungsmission. In: Ostsee-Zeitung, 11. Dezember 2015, abgerufen am 12. Juni 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Navi SAR di ONG[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]