Antonio Tentori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Tentori

Antonio Tentori (Roma, 1960) è uno scrittore e sceneggiatore italiano.

Ha anche utilizzato lo pseudonimo di Anthony Trenton.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del poeta e traduttore Francesco Tentori Montalto[1], usa un solo cognome per differenziare le opere[2], come aveva fatto il padre prima di lui[3] . Ha pubblicato il primo libro di poesie nel 1987[4].

Nel 1989 pubblica il libro Lo schermo insanguinato insieme a Maurizio Colombo.

Nel 1991 pubblica con Antonio Bruschini Profonde tenebre. il cinema thrilling italiano 1962-1982[5][6][7] con la casa editrice Granata Press nella collana Ombre elettriche, dedicata al cinema di genere[8]. Si tratta del primo volume di una ricerca che porta i due autori a una riscoperta dei filoni cinematografici italiani, e che vedrà pubblicati in seguito i volumi Malizie perverse. il cinema erotico italiano,[5][9][10] e Mondi incredibili. il cinema fantastico-avventuroso italiano[11][12][13]. La chiusura della Granata Press vedrà la fine della collana Ombre elettriche ma non scioglierà il sodalizio dei due autori. Nel 1997, sempre a firma Bruschini-Tentori, esce un volume dedicato al cinema gotico: Operazione paura. I registi del Gotico italiano con prefazione di Pupi Avati. È invece del regista Enzo G. Castellari la prefazione di Città violente. il cinema poliziesco italiano, dedicato al cinema poliziottesco.

La carriera di sceneggiatore cinematografico di Tentori è iniziata grazie all'incontro con uno degli autori più importanti del cinema horror, Lucio Fulci, per il quale ha scritto il soggetto di Demonia (non accreditato) e la sceneggiatura di Un gatto nel cervello[14].

In seguito ha collaborato, tra gli altri, con Joe D'Amato (Ritorno dalla morte - Frankenstein 2000)[15], Sergio Stivaletti (I tre volti del terrore) e Bruno Mattei (L'isola dei morti viventi, Anime perse, Zombi: La creazione)[16],[17],[18].

Ha scritto, insieme a Dario Argento e a Stefano Piani, la sceneggiatura di Dracula 3D, per la regia dello stesso Argento[19].

Tentori si è occupato anche di narrativa di genere noir, fantastica e horror, curando antologie, scrivendo racconti e la novelisation del film Inferno di Dario Argento[20].

Opere (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo schermo insanguinato, (con Maurizio Colombo), Solfanelli, 1990.
  • Profonde tenebre. il cinema thrilling italiano 1962-1982 (con Antonio Bruschini), Granata Press, 1992
  • Malizie perverse. il cinema erotico italiano (con Antonio Bruschini), Granata press, 1993
  • Mondi incredibili. il cinema fantastico-avventuroso italiano (con Antonio Bruschini), Granata press, 1994
  • Operazione paura. I registi del Gotico italiano (Con Antonio Bruschini), prefazione di Pupi Avati, Punto Zero, 1997
  • Tinto Brass, il senso dei sensi, Falsopiano 1988
  • Città violente. il cinema poliziesco italiano (con Antonio Bruschini), prefazione di Enzo G. Castellari, Tarab, 1998 e Mondo Ignoto, 2004
  • The specialists (con Antonio Bruschini), prefazione di Franco Nero, in Western all'italiana, Glittering Images, 1998.
  • Nudi e crudeli. i mondo movies italiani (con Antonio Bruschini), Bologna, PuntoZero, 2000.
  • Profonde tenebre. dalle origini al 1982 (con Antonio Bruschini), Profondo rosso, 2001.
  • Sotto gli occhi dell'assassino. il cinema giallo e thrilling italiano dal 1983 al 2001 (Con Antonio Bruschini), Profondo rosso, 2001.
  • Lucio Fulci. il poeta della crudeltà (con Antonio Bruschini), Profondo Rosso, 2004
  • Porn'Italia. Il cinema erotico italiano, (con Fabio Giovannini), Stampa Alternativa, 2004
  • Il cinema della grande guerra (con Nicola Bultrini), Nordpress Edizioni, 2008
  • Nero profondo, Cut-up, 2008
  • Guida al cinema giallo-thrilling made in Italy (con Antonio Bruschini), Profondo rosso, 2010
  • Italia a mano armata. guida al cinema poliziesco italiano (con Antonio Bruschini), prefazione di Enzo G. Castellari Roma. Profondo rosso, 2011
  • Lucio Fulci. poet of cruelty(con Antonio Bruschini), Profondo Rosso, 2012
  • Nudi e crudeli. i mondo movies italiani (con Antonio Bruschini), Bloodbuster, 2013
  • Bellissime e perverse. Le sexy eroine del fumetto horror ed erotico italiano (con Fabio Giovannini), Cut-Up Publishing, 2015
  • Nelle notti riflesse delle anime incendiate (come Antonio Tentori Montalto) con prefazione di Silvio Ramat, Fuorilinea, 2016.

Filmografia (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Antonio Tentori Montalto, Nelle notti riflesse delle anime incendiate, Fuorilinea, 2016, p. 10.
  2. ^ Nelle notti riflesse delle anime incendiate - Nocturno.it, in Nocturno. URL consultato il 6 agosto 2017.
  3. ^ Dolfi, Anna, 1948-, Traduzione e poesia nell'Europa del Novecento, Bulzoni, 2004, p. 17, ISBN 9788883199547, OCLC 56562253.
  4. ^ ICCU, Scheda dettagliata, su opac.sbn.it. URL consultato il 6 agosto 2017.
  5. ^ a b Miccichè, Lino., Scuola nazionale di cinema (Italy) e Centro sperimentale di cinematografia (Italy), Storia del cinema italiano, 1. ed, Edizioni di Bianco & Nero, <2001-2014>, p. 734, ISBN 8831785370, OCLC 54479918.
  6. ^ Acerbo, Gabriele. e Pisoni, Roberto., Kill baby kill! : il cinema di Mario Bava, Un mondo a parte, 2007, p. 299, ISBN 8889481137, OCLC 213458035.
  7. ^ Brunetta, Gian Piero., Il cinema italiano contemporaneo : da "La dolce vita" a "Centochiodi", Laterza, 2014, ISBN 8858114795, OCLC 898736732.
  8. ^ Ombre Elettriche | Granata Press | Editoria | Luigi Bernardi, su www.luigibernardi.com. URL consultato il 19 agosto 2017.
  9. ^ Chiti, Roberto., Poppi, Roberto, 1947- e Lancia, Enrico., Dizionario del cinema italiano., Gremese, 1991-©2002, p. 58, ISBN 887742429X, OCLC 25338881.
  10. ^ Arcagni, Simone, 1971-, Dopo Carosello : il musical cinematografico italiano, Falsopiano, 2006, p. 283, ISBN 888978203X, OCLC 65215142.
  11. ^ Conti, Arianna, 1974-, Le vampire : crimini e misfatti delle succhiasangue da Carmilla a Van Helsing, 1. ed, Castelvecchi, 2005, ISBN 8876150234, OCLC 60117013.
  12. ^ Piemontese, Pietro, 1954-, Remake : il cinema e la via dell'eterno ritorno, Castelvecchi, 2000, p. 244, ISBN 8882102505, OCLC 47894386.
  13. ^ Adinolfi, Francesco, 1960- e Vivrette, Jason., Mondo exotica : sounds, visions, obsessions of the cocktail generation, Duke University Press, 2008, ISBN 0822389088, OCLC 179838406.
  14. ^ Chris Vander Kaay, Kathleen Fernandez-Vander, Horror Films by Subgenre: A Viewer's Guide, 2016.
  15. ^ Luca Palmerini, Gaetano Mistretta, Spaghetti nightmares: il cinema italiano della paura e del fantastico visto attraverso gli occhi dei suoi protagonisti, 1996.
  16. ^ Annuario del cinema italiano & audiovisivi, 2010.
  17. ^ Elisabetta Mondello, Roma noir 2005: tendenze di un nuovo genere metropolitano, 2005.
  18. ^ Simone Isola, Cinegomorra: luci e ombre sul nuovo cinema italiano, 2010.
  19. ^ Bryan Senn, The Werewolf Filmography: 300+ Movies, 2017.
  20. ^ Terrore profondo, su www.fantascienza.com. URL consultato il 6 agosto 2017.
  21. ^ Virus: Extreme Contamination, su Taxidrivers.it. URL consultato il 17 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN77472109 · ISNI (EN0000 0003 7439 0059 · BNF (FRcb12213333h (data)