Antonio Maurizio Schillaci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Maurizio Schillaci
Antonio-Schillaci.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 72 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1993
Carriera
Giovanili
Palermo
Squadre di club1
1981-1983 Palermo 4 (2)
1983-1984 Rimini 1 (0)
1984-1986 Licata 66 (22)
1986-1987 Lazio 11 (1)
1987-1989 Messina 22 (1)
1989-1992 Juve Stabia ? (?)
1992-1993 Licata 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Antonio Maurizio Schillaci (Palermo, 1º febbraio 1962) è un ex calciatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cugino di Salvatore, esordisce con la maglia del Palermo a 17 anni. Nel 1983 si trasferisce al Licata voluto dall'allenatore Zdeněk Zeman, dove disputa una stagione in Serie C2 ed una in Serie C1 diventando una delle colonne della formazione siciliana.

Nel 1986 passa alla Lazio, dove non ha modo di mettersi in luce anche a causa di problemi al tendine. Seguono le esperienze in prestito a Messina e con la Juve Stabia[1].

In carriera ha totalizzato complessivamente 37 presenze e 4 reti in Serie B.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'ultima fase della sua carriera, Schillaci inizia ad avere problemi di droga, cocaina ed eroina. Oggi conduce una vita da senzatetto a Palermo[2].

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º dicembre del 2014 esce il film Fuorigioco, scritto e diretto da Davide Vigore e Domenico Rizzo. Il film - che racconta la vita di Schillaci, dal successo calcistico, alla completa solitudine - è stato prodotto dal Centro sperimentale di cinematografia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Licata: 1984-1985

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maurizio Schillaci, da bomber a barbone: "Io, Totò, Zeman, la Lazio, poi la droga...", gazzetta.it, 12 ottobre 2013. URL consultato il 17 ottobre 2013.
  2. ^ La Lazio, l'infortunio, l'eroina: Maurizio Schillaci ora è un barbone, siciliainformazioni.com, 11 ottobre 2013. URL consultato il 17 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]