Anthony Bonner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anthony Bonner
Anthony Bonner in israel.jpg
Anthony Bonner nel 2010
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 203 cm
Peso 98 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala piccola
Allenatore
Ritirato 2006 - giocatore
2007 - allenatore
Carriera
Giovanili

1986-1990
Vashon High School
Saint Louis Billikens
Squadre di club
1990-1993 Sacramento Kings 183 (1591)
1993-1995 New York Knicks N.Y. Knicks 131 (595)
1995-1996 Virtus Bologna 12 (200)
1996 Orlando Magic 4 (13)
1996-1996 PAOK Salonicco
1997-1998 Galatasaray
1998 Brujos de Guayama 26 (425)
1998-1999 Saski Baskonia 30 (380)
1999-2000 Breogán 24
2000 Brujos de Guayama 6 (90)
2000-2001 Breogán 26 (431)
2001-2002 UNICS Kazan'
2002 Leones de Ponce 18 (271)
2002-2003 Valladolid 26 (307)
2003 Leones de Ponce 12 (125)
2003-2004 Great Lakes Storm 39
2004-2005 Leones de Ponce 59 (616)
2005-2006 Peñarol M. d. Plata
2006 Brujos de Guayama 6 (67)
2006 Cap. de Arecibo 4 (29)
2006 Marat. de Coamo 8 (73)
Carriera da allenatore
2006-2007 St. Louis Stunners 8-17
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Anthony Bonner (St. Louis, 8 giugno 1968) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro statunitense, professionista nella NBA e in Europa.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stato scelto nel draft NBA 1990 con il numero 23 dai Sacramento Kings, ha giocato per sei stagioni nella NBA, con una media in carriera di 6,9 punti a partita. Ha poi disputato 12 gare nella stagione 1995-96 con la Virtus Bologna, e ha militato in altre squadre europee, tra cui PAOK Salonicco e Galatasaray.

È il miglior realizzatore della storia del suo college, Saint Louis University, con 1.972 punti.

Ha alle spalle una drammatica vicenda familiare: il fratello maggiore Irving venne accidentalmente ucciso davanti a casa, colpito da una pallottola sparata da alcune bande rivali che si stavano inseguendo per la via; ovviamente traumatizzato, il dodicenne Anthony decise che sarebbe emerso nel basket, già da allora sua grande passione, soprattutto per onorare la memoria del fratello. Approdato all'NBA, appese nel proprio armadietto un foglio, mai staccato, che reca questa massima: "La vita è piena di piccole e grandi cose. E molto spesso sono le piccole che fanno la differenza"[1].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Saski Baskonia: 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anthony Bonner, Virtuspedia. URL consultato il 18 febbraio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]